News ed Eventi
 
La verità, vi prego, su Ustica

Ustica: Giovanardi, tv Stato disinforma e spaccia menzogne

Ustica: Giovanardi, istituzioni continuano a coprire verità

Da: L'Occidentale.it del 24 giugno 2016

USTICA: ASSOCIAZIONE "VERITÀ SUL DISASTRO AEREO" SCRIVE A MATTARELLA

Stepchild:"Idea", incredibile cronistoria sentenza Cassazione

Stop medaglia a partigiano protagonista eccidio: Idea,giusto

Stepchild: Giovanardi, no a scorciatorie che umiliano Camere

Carabinieri: in 80mila a Milano per XXIII raduno Anc

IL RESTO DEL CARLINO Modena del 18 giugno 2016

La chiesa, il circo e il rapporto uomo-animale: per capire le carezze di papa Fr

Adozione a coppie gay, strani giochi in Cassazione

Utero affitto: Giovanardi, Vendola sapeva decisione Consulta

Adozioni: Idea e FI a Cassazione, su stepchild forzature a legge

LA SINISTRA USA I 49 GAY MORTI PER FARE LE PROPRIE BATTAGLIE

Domani iniziativa parlamentari contro stepchild adoption

STRAGE ORLANDO. GIOVANARDI: C'È ANCHE FONDAMENTALISMO OMOSESSUALE

ORLANDO. GIOVANARDI: ORRORE E DOLORE E PENA PER STRUMENTALIZZAZIONI

DA L' OCCIDENTALE DEL 10/06/2016

I TWEET DELLA CASTELLETTI, OMOFOBIA ED ERRORI STORICI

Diffamazione: Giovanardi, astenuti a tutela libertà cittadini

Diffamazione: Giovanardi,no a privilegi per toghe e politici

Utero in affitto: Giovanardi, fermare i procacciatori

Ucciso carabiniere: Giovanardi, spot governo cannabis legale

Referendum: Giovanardi, "no" per far andare Renzi a lavorare

VORAGINE A FIRENZE

Depistaggio: Giovanardi, alla fine depistatore è governo

Carcere ai giornalisti, su proposta del Pd la Casta chiede inasprimento pene per

Unioni civili:domani in Cassazione il quesito per referendum

Diffamazione: Giovanardi, ok Pd e M5S a norma "Pro casta"


Archivio news
 
 


La verità, vi prego, su Ustica
 
Leggi il contenuto... (54 letture)


Ustica: Giovanardi, tv Stato disinforma e spaccia menzogne
(ANSA) - BOLOGNA, 27 GIU - "Nel 36/o anniversario di Ustica, durante la trasmissione Uno mattina andata in onda questa mattina su Raiuno, sono state spacciate senza contradditorio le solite bugie e le solite calunnie, già smentite con sentenze passate in giudicato sulle cause dell'abbattimento del DC9 Itavia". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi (Idea). "A questo punto - aggiunge - non si capisce più se siamo di fronte a una sorprendente ignoranza o una furbesca malafede, il risultato comunque è lo stesso: superficialità, disinformazione, totale negazione di ogni principio di contradditorio, dileggio degli appelli del Capo dello Stato di fare passi avanti verso una verità univoca e condivisa. Faremo tutti i passi necessari per fare cessare questo scandaloso uso partigiano della Tv pubblica". (ANSA). 
Leggi il contenuto... (46 letture)


Ustica: Giovanardi, istituzioni continuano a coprire verità
(ANSA) - BOLOGNA, 26 GIU - "In un tripudio di musical, film, documentari, spettacoli teatrali, film autoprodotti come quelli della Regione Emilia-Romagna, tutti o quasi allegramente finanziati da denaro pubblico, siamo arrivati al 36/o anniversario della strage di Ustica con il Capo dello Stato che auspica ancora una volta 'passi avanti' nella ricerca della verità. Silenzio pressoché totale invece sul fatto che dopo 36 anni, carte fondamentali per capire l'accaduto non sono ancora divulgabili in quanto coperte dalla denominazione 'segretissimo'". Lo afferma il senatore di Idea Carlo Giovanardi. "L'Italia, nel frattempo, non ha presentato il final report sull'incidente all'Icao, come ogni Paese civile è tenuto a fare, dopo che l'ultima autorevole perizia nel processo penale, firmata dagli 11 più famosi esperti aeronautici del mondo, mai contraddetta successivamente in sede tecnica, ha dimostrato essere stata l'esplosione di una bomba nella toilette di bordo la causa dell'abbattimento", aggiunge Giovanardi. "Altro che ricerca della verità! Purtroppo in questo caso il pervicace rifiuto di mettere a disposizione degli storici e dell'opinione pubblica la documentazione dell'epoca dimostra che più che a scoprire la verità si continuano a sceneggiare film di fantascienza su inesistenti battaglie aeree e fantasiosi missili". (ANSA).
Leggi il contenuto... (61 letture)


Da: L'Occidentale.it del 24 giugno 2016

Leggi il contenuto... (150 letture)


USTICA: ASSOCIAZIONE "VERITÀ SUL DISASTRO AEREO" SCRIVE A MATTARELLA
ROMA (ITALPRESS) - A pochi giorni dal 36° anniversario della strage di Ustica, il presidente dell'Associazione "Verita' sul disastro aereo di Ustica", il generale Lamberto Bartolucci, ex Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e della Difesa, e il presidente onorario Giuliana Cavazza, figlia di una delle vittime, hanno inviato una lettera al Capo dello Stato Sergio Mattarella, ringraziandolo "per l'impegno che si e' assunto gia' l'anno scorso nel suo intervento in occasione dell'anniversario del disastro aereo del 1980", volto "a perseverare nella ricerca tenace di una verita' finalmente univoca sull'accaduto, affinche' la domanda di giustizia sia finalmente soddisfatta e, anche a livello internazionale, venga doverosamente assunto un contributo atto a rimuovere le troppe pagine di opacita' che continuano a pesare sulla nostra vita democratica ed attendono risposte". In una nota l'associazione spiega di essersi costituita "con la specifica finalita' di approfondire tutti gli aspetti di questa intricata vicenda, sulla quale purtroppo l'opinione pubblica e' stata sviata da una disinvolta e spregiudicata diffusione di notizie prive di ogni fondamento". "Quest'anno - si legge ancora nella lettera - abbiamo dovuto constatare che importanti documenti, relativi ai mesi precedenti la strage e riguardanti minacce di rappresaglie terroristiche, sui quali era stato apposto il segreto di Stato, sono stati, dopo la rimozione dello stesso, nuovamente classificati come segretissimi, con relativo divieto di divulgazione, penalmente perseguibile, da parte dei parlamentari che ne hanno potuto prendere visione solo in quanto membri di Commissione di inchiesta parlamentare". I presidenti dell'Associazione inoltre sottolineano che "a nulla sono sino ad ora valsi gli atti di sindacato ispettivo rivolti al Governo e le richieste, avanzate da qualificati storici italiani, di rendere pubblici quegli atti affinche' questo materiale venga messo a disposizione della ricerca della verita' che, giustamente e con insistenza, continuiamo a chiedere anche a Paesi amici ed alleati". I due presidenti concludono la lettera "auspicando che il prossimo anniversario non si trasformi in uno stanco rituale senza passi avanti verso una verita' univoca e condivisa". 
Leggi il contenuto... (103 letture)


Stepchild:"Idea", incredibile cronistoria sentenza Cassazione
Governo prepara dl per portare a 73 anni età pensione toghe? (ANSA) - ROMA, 23 GIU - I parlamentari di "Idea", Carlo Giovanardi, Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella e il senatore di FI Maurizio Gasparri raccontano in una nota che "il Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione Giovanni Canzio comunicò loro, il 22 giugno, attraverso il Segretario Generale, che l'istanza del Procuratore Generale (per iscritto e reiterata oralmente dal suo sostituto in udienza) per rimettere alle sezioni unite civili i ricorsi riguardanti la stepchild adoption era stata demandata, in ossequio ad una consolidata prassi, alla I Sezione che nella sua autonomia decisionale ha ritenuto non dover rimettere la questione alle sezioni unite". A questo proposito i quattro parlamentari ricordano "al signor Presidente della Corte Suprema di Cassazione che 1) demandare ad una sezione la decisione sulla remissione è violazione di legge perché il potere di decisione è soltanto del primo Presidente; 2) La Prima Sezione avrebbe dovuto essere presieduta per anzianità e titoli dal dottor Fabrizio Forte: a seguito della mancata nomina Forte nel febbraio del 2016 si è dimesso dalla magistratura. 3) La relatrice sul ricorso della Procura è stata la dottoressa Maria Acierno, che ha partecipato il 30 maggio 2014 al convegno organizzato da Articolo 29, Magistratura democratica e Rete Lenford avvocatura per i diritti LGBT, dal titolo: "La Costituzione e la discriminazione matrimoniale delle persone gay, lesbiche e le loro famiglie", dove ha espresso le sue opinioni militanti a favore dell'adozione da parte delle coppie gay e anche della maternità surrogata, aggiungendo che non spetta al Parlamento ma alla giurisprudenza decidere su questi temi". "Come minimo - osservano gli esponenti del centrodestra nella nota - Acierno non avrebbe dovuto fare la relatrice, ma si sarebbe dovuta astenere dal pronunciarsi su un tema sul quale aveva già espresso pubblicamente i suoi pregiudizi politici ed ideologici". "Non vorremmo - concludono - che questa incredibile cronistoria, tutta tesa a sottrarre la decisione dei ricorsi alle sezioni unite, abbia qualche attinenza con le voci insistenti secondo le quali il governo - lo stesso governo che ha dato mandato all'avvocatura dello Stato affinché sostenesse di fronte alla Consulta la vigenza della stepchild adoption nel nostro ordinamento prima ancora dell'approvazione della legge Cirinnà - si appresterebbe, con decreto legge, non a prorogare a 72 anni l'anzianità di servizio per tutti i magistrati, ma con un provvedimento ad hoc a garantire la permanenza di alcuni sino al 73 anno di età".(ANSA).
__________________________________________________________________________________________________________________________________________

PER CHI VUOLE SAPERE CHI È LA DOTT.SA MARIA ACIERNO E COME LA PENSA SU MATRIMONIO E ADOZIONI GAY VADA SUL SITO DI RADIO RADICALE DOVE TROVERÀ' GLI ATTI DEL CONVEGNO "LA COSTITUZIONE E LA DISCRIMINAZIONE MATRIMONIALE DELLE PERSONE GAY, LESBICHE E DELLE LORO FAMIGLIE", DEL 30 MAGGIO 2014, DOVE IL MAGISTRATO ESPRIME LE SUE IDEE SULL'ARGOMENTO.

PER LEGGERE L'INTERVENTO SBOBINATO DALLA REGISTRAZIONE DI  RADIO RADICALE CLICCA "LEGGI IL CONTENUTO"

Leggi il contenuto... (91 letture)


Stop medaglia a partigiano protagonista eccidio: Idea,giusto
(ANSA) - ROMA, 22 GIU - In una interpellanza indirizzata al Ministro della Difesa i senatori di Idea Carlo Giovanardi e Luigi Compagna hanno evidenziato "che da notizia di stampa si è appreso che il signor Valentino Bertoloso detto" Teppa" è stato recentemente decorato con la medaglia della Resistenza". Giovanardi e Compagna ricordano che "il Bertoloso nella notte tra il 6 e il7 luglio 1945 partecipò al massacro di 54 persone a Schio, detenute nella locale prigione, fra cui 14 donne, la più giovane di anni 16, e che per tale efferato delitto venne condannato a morte e poi amnistiato". I due senatori di Idea nella loro interpellanza "chiedono al Governo,nel caso le notizie siano vere, di chiedono di revocare immediatamente tale onorificenza che infanga i valori di giustizia, libertà e democrazia per i quali i veri partigiani si sono battuti". (ANSA).
Leggi il contenuto... (101 letture)


Stepchild: Giovanardi, no a scorciatorie che umiliano Camere
Ci affidiamo a Cassazione, ma preoccupa esclusione dott.Forte (ANSA) - ROMA, 22 GIU - "Noi vogliamo rispettare le regole: accetteremo quello che le sezioni unite della Cassazione stabiliranno sulla stepchild adoption, ma non scorciatoie che umiliano il Parlamento e la volontà popolare": lo ha detto il senatore Carlo Giovanardi intervenendo questa mattina in aula al Senato e ricordando che la Procura Generale aveva rimesso, lo scorso 26 maggio, alle sezioni unite della Corte la decisione sulla stepchild. "Solo le Sezioni Unite - sottolinea Giovanardi - possono evitare che in Italia si determini una situazione a macchia di leopardo con decisioni diverse da Venezia a Messina, diversamente ogni giudice di merito darebbe la sua interpretazione". "Questo appello della Procura è stato totalmente ignorato e il 26 maggio la Prima sezione della Cassazione ha deliberato nel merito, con l'aggravante che la prima sezione avrebbe dovuto essere presieduta per anzianità, titoli e meriti dal dr. Fabrizio Forte che in febbraio si è dimesso dalla magistratura dopo che l'incarico è stato assegnato ad altro magistrato". "Chiederemo al Consiglio Superiore della Magistratura - ha continuato Giovanardi - i motivi delle dimissioni che non vorremmo fossero dovute al fatto che il Dr. Forte è cattolico perché in un paese democratico questo non può essere un titolo di demerito per essere escluso a favore di chi ha meno titoli e meno anzianità di servizio". "Abbiamo nuovamente posto al primo Presidente della Corte di Cassazione il problema del rispetto delle regole" e vogliamo sapere, ha detto Giovanardi, "perchè un problema cosi importante non viene deciso" dalle sezioni unite. "Non vorrei - ha concluso Giovanardi - che fossimo di fronte all'ennesimo episodio di scardinamento delle istituzioni e all'ennesimo esempio di ciò che Pannella chiamava 'furto di legalità'". (ANSA).
Leggi il contenuto... (79 letture)


Carabinieri: in 80mila a Milano per XXIII raduno Anc

Presenti ministro Difesa Pinotti e comandante Arma Del Sette (ANSA) - MILANO, 19 GIU - Sono stati circa 80mila a sfilare per le vie del centro di Milano, in occasione del XXIII raduno dell'Associazione Nazionale Carabinieri, svoltosi nel capoluogo lombardo nell'anno in cui si celebra il 130¸ anniversario di costituzione dell'Associazione. Alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, del comandante generale dell'Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette, del presidente dell'Associazione nazionale Carabinieri generale di Corpo d'Armata Libero Lo Sardo, hanno sfilato i carabinieri in servizio e in congedo. Sul palco presidenziale anche il prefetto di Milano Alessandro Marangoni ed il senatore Carlo Giovanardi. Ha aperto la sfilata la Banda dell'Arma dei carabinieri, seguita dalla Bandiera di guerra, da una compagnia di carabinieri in grande uniforme storica e da una compagnia rappresentativa dei reparti territoriali. La manifestazione si è conclusa in Piazza Duomo con la resa degli onori alle Autorità. La sfilata ha coinvolto i soci provenienti dalle 1.690 Sezioni dell'Associazione nazionale carabinieri sparse sul territorio nazionale e dalle 31 sezioni estere, dal Canada all'Argentina, dall'Australia al Sud Africa. la manifestazione, iniziata venerdì scorso, ha alternato gli onori ai caduti a esibizioni, come il Carosello Storico e il lancio di Paracadutisti del 4¸ Reggimento "Tuscania". Non sono mancati eventi espositivi, come le mostre dei cimeli storici dell'Arma e di mezzi e tecnologie dell'organizzazione di Protezione Civile dell'A.N.C., e il concerto della Banda dell'Arma. (ANSA).

Leggi il contenuto... (183 letture)


IL RESTO DEL CARLINO Modena del 18 giugno 2016
 
Leggi il contenuto... (167 letture)


La chiesa, il circo e il rapporto uomo-animale: per capire le carezze di papa Fr

La chiesa, il circo e il rapporto uomo-animale: per capire le carezze di papa Francesco al tigrotto

Da: "Il Circo on line! del 17 giugno 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (106 letture)


Adozione a coppie gay, strani giochi in Cassazione
Da: "La Nuova Bussola Quotidiana" del 17 giugno 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (127 letture)


Utero affitto: Giovanardi, Vendola sapeva decisione Consulta

(ANSA) - ROMA, 16 GIU - "Nichi Vendola deve essere ben informato sulle decisioni della Corte di Cassazione e della Corte Costituzionale, se ha scelto proprio la giornata odierna per una intervista sull'utero in affitto chiaramente indirizzata a precostituirsi il diritto di adottare il bambino che ha comprato quando rientrerà in Italia". Lo afferma Carlo Giovanardi, senatore di Idea. "Se la prima sezione della corte di Cassazione - prosegue - ha infatti legittimato la Stepchild Adoption bypassando le Sezioni Unite, come aveva formalmente richiesto dal Procuratore Generale, se la Corte Costituzionale ha deciso che 50 senatori non sono legittimati a sollevare un conflitto di attribuzione tra poteri dello stato per palesi ed eclatanti violazioni di articoli della Costituzione che garantiscono i diritti dei parlamentari, consumati nell'iter della Legge Cirinnà, non resta che moltiplicare gli sforzi per il NO in un referendum che mira a consegnare ad una minoranza la maggioranza dei seggi in quello che resterà del Parlamento, lasciando le opposizioni alla mercé di una dittatura di maggioranza che con il voto di aula potrà violare impunemente nell'iter legislativo qualsiasi principio della Costituzione. La relatrice di questa decisione, la Dottoressa Marta Cartabia, che svolse lo stesso ruolo per la legge Fini - Giovanardi sulle tossicodipendenze, dovrà poi spiegarci perché la Corte su sua proposta l'abbia a suo tempo abrogata malgrado avesse passato il vaglio di costituzionalità con il voto dell'aula, ottenuto il voto di fiducia di ambedue i rami del Parlamento e la firma di promulgazione del Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi, sulla base di un semplice cavillo interpretativo dei regolamento della Camera, sollevato da un magistrato, dopo che numerosi suoi colleghi avevano giudicato inammissibile il ricorso alla Corte Costituzionale". (ANSA).

Leggi il contenuto... (154 letture)


Adozioni: Idea e FI a Cassazione, su stepchild forzature a legge
(AGI) - Roma, 15 giu. - Un appello al primo presidente della Cassazione, Gianni Canzio, perche', sulle adozioni delle coppie dello stesso sesso, si pronuncino le Sezioni Unite civili della Cassazione e diano un orientamento alla giurisprudenza. Anche in vista del nuovo ricorso fissato al Palazzaccio per il prossimo 21 giugno. L'appello arriva dal senatore Carlo Giovanardi che con Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella (Idea) e Maurizio Gasparri (FI) hanno tenuto oggi una conferenza stampa in cui e' stata denunciata una "strage di legalita'". Il 26 maggio scorso, ha, di fatto, spiegato Giovanardi, la prima sezione civile della Cassazione ha "disatteso la richiesta" avanzata dalla procura generale di adire le Sezioni Unite su un ricorso di stepchild, fissato per quell'udienza. Richiesta gia' rivolta allo stesso procuratore generale della Suprema Corte, Pasquale Ciccolo attraverso una lettera, da 20 senatori del centrodestra. "Al Senato ci hanno impedito di votare gli emendamenti con la fiducia, lo stesso alla Camera e siamo nel pieno del ricorso di 51 senatori davanti alla Corte costituzionale. Ci siamo rivolti alla procura della Cassazione che ha chiesto la rimessione alle sezioni Unite" della questione, ha proseguito Giovanardi, parlando di "eversione delle istituzioni" Denuncia "in maniera pubblica la convergenza di pressioni e interferenze su una questione sulla quale lamentiamo la mancata discussione", Maurizio Gasparri, che non ha mancato di parlare di "potenti lobbies nel governo e nella magistratura che bloccano il dibattito". "Sono ben 7 le sentenze" di adozione dall'approvazione della legge in Senato, ha sottolineato Roccella, "una corsa al fatto compiuto" in giurisprudenza e "le rimostranze non dovrebbero essere le nostre", di coloro che hanno denunciato la presenza della stepchild nella legge sulle Unioni civili, "ma di chi ha difeso il compromesso", ha aggiunto riferendosi ai centristi di Ncd. "E' evidente che c'e' un segno in questa vicenda di forzatura della legalita in Parlamento e ora nell'Aula di giustizia", ha continuato Quagliariello. "Forzature continue a fronte di una minoranza che non demorde e che fara' tutti i ricorsi possibili", ha detto ancora annunciando un "libro bianco con tutte le forzature compiute sul piano della certezza del diritto".(AGI) Mao 151721 GIU 16
Leggi il contenuto... (111 letture)


LA SINISTRA USA I 49 GAY MORTI PER FARE LE PROPRIE BATTAGLIE
Da: "Libero Quotidiano" del 14 giugno 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (231 letture)


Domani iniziativa parlamentari contro stepchild adoption
Conferenza stampa a Camera promotori appello a Procura Cassazione 
Roma, 14 giu. (askanews) - Mercoledì 15 giugno alle ore 16 presso la sala stampa della Camera, i firmatari  dell'appello alla Procura generale della Repubblica,  terranno una conferenza stampa  sulla  tematica della stepchild adoption. Nell'Appello, condiviso poi dalla Procura Generale,  si chiedeva che le sezioni Unite della  Cassazione  si pronunciassero nell'"interesse della legge"  sulle differenti  pronunce di merito in tema di stepchild adoption, mentre viceversa della materia si è occupata soltanto la Prima sezione  della Cassazione il giorno 26 di maggio, deliberando sui sulle impugnazioni  da parte del Ministero dell'Interno  e del Procuratore Generale di Torino avverso  un decreto della Corte di Appello di Torino  che aveva ordinato la trascrizione anagrafica  dell'atto di nascita di un bambino  nato  da fecondazione eterologa  risultante (in Spagna)  figlio di due donne. Il sostituto  Procuratore generale della Cassazione Francesca Ceroni aveva  viceversa  chiesto il giorno 26  di rimettere alle Sezioni Unite la decisione  in quanto:  " si tratta di una questione della massima importanza  su cui tutta l'Italia si interroga e su cui indagano filosofi e psicologi, su cui il Parlamento  sta riflettendo  avendo stracciato la Stepchild dalla legge Cirinnà. In questi casi  l'Ordinamento affida la decisione alle Sezioni Unite, vertice deputato a porre le colonne fondamentali" .  Aggiungeva la Procura Generale:" Solo le Sezioni Unite  possono evitare  che in Italia si determini  una situazione a macchia di leopardo  con decisioni diverse da Venezia a Messina, diversamente  ogni giudice  di merito darebbe la sua interpretazione". Le firme sull'appello sono quelle di Carlo Giovanardi, Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella, Andrea Augello, Luigi Compagna, Maurizio Gasparri, Lucio Malan, Gianmarco  Centinaio, Roberto Formigoni, Francesco  Bruni, Salvatore  Di Maggio, Francesco Scoma, Erika Stefani,  Bruno Alicata, Mario Mauro, Luigi D'Ambrosio Lettieri, Nunziante Consiglio, Vittorio Zizza, Sergio Divina,  Giacomo Caliendo.
Leggi il contenuto... (165 letture)


STRAGE ORLANDO. GIOVANARDI: C'È ANCHE FONDAMENTALISMO OMOSESSUALE
"PER LORO IO NON POSSO DIRE CHE MARIO MIELI AVEVA PERVERSIONI"

(DIRE) Roma, 13 giu. - "Deve essere unanime la condanna per questo terribile attentato. Provo pero' un senso di pena per le strumentalizzazioni che sto sentendo in queste ore. Qualcuno mi dovrebbe spiegare cosa c'entra la strage di Orlando con l'Italia, dove per fortuna atti d'intolleranza nei confronti degli omosessuali sono rarissimi. Questa speculazione non l'accetto". Cosi' Carlo Giovanardi, senatore di Idea, intervenuto ai microfoni della trasmissione 'Ho scelto Cusano', condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell'universita' Niccolo' Cusano (www.unicusano.it). "Scalfarotto rilancia la legge contro l'omofobia. Non vedo cosa c'entri con questa vicenda- ha detto ancora Giovanardi- Quando lui e' andato in Iran a rappresentare il governo italiano, si e' messo a sedere con l'Ayatollah e ha parlato bene di un Paese dove gli omosessuali li impiccano. Bisogna che ci capiamo. Se diciamo che siamo tutti impegnati affinche' vengano rispettati i diritti umani dappertutto, siamo d'accordo, se invece questo viene usato per permettere a Nichi Vendola di riconoscere il figlio che si e' comprato all'estero, allora no. Il commissario di Forza Italia Alessandro Santini ha avuto il coraggio di fare outing, sfidando i fondamentalisti Lgbt, dicendo che pur essendo gay non e' d'accordo coi matrimoni omosessuali e con le adozioni. Il tema dell'omofobia in Italia e' enfatizzato in maniera incredibile per arrivare ad impedire la liberta' di opinione. Se passasse la legge Scalfarotto, chi come me e' contrario ai matrimoni gay e alle adozioni e verrebbe subito denunciato. Si puo' essere omosessuali senza andare al Gay pride, senza ostentare, senza insultare il Papa? Se nel mondo gay qualcuno si dissocia da questo fondamentalismo, immediatamente viene attaccato. Come nell'Islam, ci sono posizioni tolleranti e posizioni fondamentaliste, anche nel mondo omosessuale c'e' una posizione fondamentalista. Non sono d'accordo che nelle scuole ai bambini gli si vada a raccontare la teoria del gender, non sono d'accordo che Vendola vada all'estero a comprare un bambino con la pratica dell'utero in affitto e poi pretende di tornare in Italia e farselo riconoscere. Andarsi a comprare un bambino e' amore? Posso dire che quelle di Mario Mieli erano perversioni? C'entra qualcosa con l'amore la pedofilia? Secondo una parte del mondo gay si', visto che intitola i circoli a questi personaggi".
Leggi il contenuto... (459 letture)


ORLANDO. GIOVANARDI: ORRORE E DOLORE E PENA PER STRUMENTALIZZAZIONI

(DIRE) Roma, 12 giu. - "Orrore e dolore per l'ennesima strage provocata dalla follia assassina, solidarieta' per le vittime, pena e disagio per i miserabili tentativi di strumentalizzare in chiave di piccoli calcoli elettorali in Italia questa tragedia che colpisce tutto il mondo". Lo dichiara il sen. Carlo Giovanardi di Idea. 

Leggi il contenuto... (211 letture)


DA L' OCCIDENTALE DEL 10/06/2016
Il furbetto del Nazareno

Macché rottamare il Senato! Qualcuno avverta Renzi che "la casta" è targata Pd

pd

Il generale Raffaele Cadorna, durante la prima guerra mondiale, ricorreva alla decimazione per punire in maniera indiscriminata i reparti ribelli e dare un esempio a tutti gli altri  del rischio che correvano ad ogni cenno di insubordinazione.

Matteo Renzi rilancia sul metodo e garantisce agli italiani che manderà a casa due terzi di quei fannulloni mangiapane a tradimento dei senatori, unica cosa che sta enfatizzando della sua proposta diriforma costituzionale scritta con i piedi, cavalcando l'anti-politica, scatenando la folla contro i politici e i partiti.

Questa sembra essere l'unica idea forte che ha il Nostro per convincere gli italiani a votare sì. Ma Matteo Renzi, oltre che Presidente del Consiglio, non è anche segretario del Partito democratico, l'unica forza politica organizzata e radicata sul territorio che è rimasta in Italia dopo il crollo della prima Repubblica?

Qualcuno ha avvertito Renzi, che non ha mai lavorato un giorno in vita sua, che negli attuali gruppi parlamentari del Pd che sostengono il suo governo sono almeno 40 tra deputati e senatori quelli che hanno indicato come unico mestiere quello di funzionario o dirigente di partito?

In giro per il territorio poi e in tutte le province italiane sono migliaia i funzionari o gli ex parlamentari del PD  che occupano tutto quello che c'è da occupare a livello di potere locale:  nella mia Modena, ad esempio, l'ex senatore Giuliano Barbolini è stato appena nominato presidente dell'ERT, l'ex deputato Giulio Santagata è nel Consiglio di Amministrazione dell'Auto Brennero, dove ha sostituito l'ex consigliere regionale Emilio Sabbatini nel frattempo diventato presidente della Cispadana.

L'ex deputato Ivano Miglioli è stato piazzato nel Consiglio di Amministrazione della Carimonte, l'ex funzionario Remo Mezzettiè diventato vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, sostituendo  l'ex deputato Roberto Guerzoni e Vanni Bulgarelli presidente della SETA.

Quando nel mese di maggio a Firenze si è aperta una voragine nelLungarno e il sindaco di Firenze ha dato prontamente la colpa a Publiacqua, si è scoperto che sino al 2013 amministratori di quella società pubblica, nominati dal sindaco Renzi, erano tal Maria Elena Boschi, oggi ministro del Governo Renzi, e tal De Angelis, attualmente direttore del quotidiano l'Unità.

In realtà il buon Renzi mira spregiudicatamente ad azzerare tutte le forze politiche, meno che la sua, alimentando  l'odio ed il livore dei cittadini verso la "casta" dei politici mentre il suo partito occupa scientificamente a Roma come in periferia  qualsiasi posto di potere.

Ecco un altra ottima ragione per votare decisamente no alreferendum costituzionale proposto da questi signori, che sembra vogliano combattere partiti e politici ma in realtà odiano  la democrazia e i suoi doverosi pesi e contrappesi.

Leggi il contenuto... (222 letture)


I TWEET DELLA CASTELLETTI, OMOFOBIA ED ERRORI STORICI
  
Leggi il contenuto... (258 letture)


Diffamazione: Giovanardi, astenuti a tutela libertà cittadini
(ANSA) - ROMA, 8 GIU - "Una maggior tutela  degli amministratori locali e l'aver ottenuto lo stralcio dell'aggravante della diffamazione nei riguardi di parlamentari e magistrati sono aspetti positivi che mediati  con una negativa limitazione  alla libertà  di critica da parte dei cittadini ci ha indotto al voto di astensione sul provvedimento. Per la nostra cultura liberale  è inaccettabile infatti che possano rischiare da due a sette anni di carcere cittadini o movimenti che minacciano i parlamentari per ottenere o ostacolare un provvedimento legislativo, anche quando è già stato adottato  o se la minaccia  riveste  natura ritorsiva, quando la Cassazione ha stabilito che anche  la semplice frase "te la farò pagare" costituisce una minaccia". Lo afferma Carlo Giovanardi, senatore di Idea. "E' evidente che sarà la giurisprudenza  a determinare quando si tratta di  minaccia o  di semplice esercizio di contestazione dell'attività del Parlamento, ma di certo siamo di fronte  ad un ulteriore espansione  della norativa penale  per limitare la libertà di espressione dei cittadini", conclude.  (ANSA). 

per leggere l'intero intervento cliccare su: LEGGI IL CONTENUTO
Leggi il contenuto... (150 letture)


Diffamazione: Giovanardi,no a privilegi per toghe e politici
(ANSA) - ROMA, 7 GIU - "Dispiace che il relatore del PD senatore Giuseppe Cucca abbia insistito oggi in aula al Senato per introdurre nel codice penale un'aggravante della pena di un terzo alla metà per il reato diffamazione non soltanto nei confronti degli amministratori locali, ma anche dei singoli componenti di un corpo politico o giudiziario. Ribadiamo la nostra più decisa contrarietà ad una norma che garantisce maggiormente i parlamentari, le cui dichiarazioni sono costituzionalmente insindacabili rispetto a quelle dei comuni cittadini o giornalisti e dai magistrati, che sono quelli che giudicano nelle cause di diffamazione che li coinvolgono assieme a cittadini o giornalisti". Lo ha detto il senatore di "Idea" Carlo Giovanardi intervenendo sul ddl contro le intimidazioni agli amministratori pubblici ora all'esame dell'Aula del Senato. "Gli emendamenti che abbiamo presentato - ha aggiunto - tenteranno di applicare queste norme soltanto per contrastare il fenomeno delle intimidazioni ai danni degli amministratori locali, così come era previsto nel titolo originario del provvedimento".

PER LEGGERE L'INTERVENTO IN AULA CLICCA SU "LEGGI IL CONTENUTO"

Leggi il contenuto... (140 letture)


Utero in affitto: Giovanardi, fermare i procacciatori

(ANSA) - ROMA, 3 GIU - "Nel complice silenzio del governo e la disattenzione della magistratura operano sfrontatamente in Italia procacciatori di uteri in affitto all'estero con l'aberrante corollario di offerta di tutele giuridiche per chi vuole rendere schiavo il corpo di un'altra donna. Il Corriere della Sera ha pubblicato nome e cognome di uno di questi faccendieri che promuove una pratica penalmente perseguibile nel nostro paese: la nostra è una pubblica denuncia sulla quale ci aspettiamo tempestivi interventi da parte dell'autorità competenti". Lo afferma Carlo Giovanardi, senatore del Idea.

Leggi il contenuto... (226 letture)


Ucciso carabiniere: Giovanardi, spot governo cannabis legale
(ANSA) - ROMA, 2 GIU - "Purtroppo parole di stima e di solidarietà alle Forze dell'ordine le sentiamo pronunciate dai vertici dello Stato e del Governo solo quando un carabiniere o un poliziotto perdono la vita in servizio, come nel caso del Maresciallo dei carabinieri Silvio Mirarchi alla cui famiglia va il mio più sentito cordoglio. Quando viceversa carabinieri e poliziotti sono ingiustamente accusati di aver fatto il loro dovere e dopo anni di calvario per loro e le loro famiglie sono limpidamente assolti, sentiamo soltanto insulti di chi grida "ingiustizia è fatta" nel completo silenzio di chi dovrebbe invece gioire per la loro accertata innocenza". Lo afferma il senatore Gal Carlo Giovanardi. "Addirittura il Sottosegretario agli Esteri Benedetto della Vedova approfitta di questo brutale omicidio per lanciare un penoso spot a favore della legalizzazione della cannabis scambiando evidentemente l'Italia per l'Afghanistan e la Colombia e immaginando addirittura imposte sul consumo, licenze, tasse e contributi di imprese e lavoratori lungo la filiera della cannabis, mentre su cocaina, eroina, sostanze sintetiche ecc., continuerebbero a prosperare gli affari delle mafie con lo Stato che si farebbe carico di allargare la platea dei loro potenziali clienti", conclude. (ANSA).
Leggi il contenuto... (185 letture)


Referendum: Giovanardi, "no" per far andare Renzi a lavorare
Mai lavorato in vita sua e si permette di insultare senatori (ANSA) - ROMA, 1 GIU - "Il no alla riforma costituzionale Renzi-Boschi non solo è indispensabile per evitare il pericolo di incomprensibili e dannose norme scritte con i piedi, ma per dare anche agli italiani l'immensa soddisfazione di vedere finalmente Matteo Renzi darsi da fare per trovare un lavoro vero. Lo scrive in un intervento su "l'Occidentale" Carlo Giovanardi, senatore di Idea. "Il signor Matteo Renzi - osserva -, non ha mai lavorato un giorno in vita sua se non per un breve periodo alle dipendenze del padre che lo ha promosso tempestivamente dirigente, giusto in tempo per scaricare sulle spalle dei cittadini i relativi contributi previdenziali e retribuzioni del suo (si fa per dire) pregresso lavoro quando era Presidente della Provincia e poi Sindaco di Firenze e si permette di insultare i Senatori contrari alla sua riforma costituzionale, dipingendoli come disperatamente attaccati alla poltrona da cui lui li vuole staccare 'uno su tre'". "Il bugiardo di professione - conclude Giovanardi - dimentica che ai tempi del Governo Berlusconi i senatori del Centrodestra, esattamente dieci anni fa, avevano già tagliato per legge 175 parlamentari, che Renzi e il Pd salvarono bocciando la riforma e confermando gli attuali numeri che lui definisce 'ridicoli'".(ANSA).

Leggi il contenuto... (151 letture)


VORAGINE A FIRENZE
Da "L'OCCIDENTALE ON LINE" del 27 maggio 2016

Voragine a Firenze: "Sorella acqua" e "Sorella greppia"

 
firenze

Ricordate durante il referendum 2011 i fraticelli in Piazza San Pietro a Roma e i militanti del Pd uniti nella lotta per mantenere nel controllo del pubblico la distribuzione di “sorella acqua”? Avete presente la voragine apertasi a Firenze della quale il sindaco PD Dario Nardella, amico di Renzi, si è affrettato a dare la colpa agli amministratori di Publiacqua?

Ma chi sino al 2013 sedeva nel Consiglio di Amministrazione di Publiacqua, scelto dall’allora sindaco Matteo Renzi? Una certa Maria Elena Boschi, amica di Renzi e ora ministro, un certo D’Angelis, amico di Renzi e oggi direttore dell’Unità, assieme ad altri soggetti la cui competenza in materia non era ben nota.

Vi ricordate quando il PD chiese a gran voce le dimissioni dell’allora Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi per il crollo di un muretto a Pompei, sostenuto nel tentativo (poi riuscito)  da giornali e televisioni?

In questo caso invece, nell’omertà completa di gran parte della stampa nazionale e dei media, l’allegra compagnia Matteo Renzi, Dario Nardella, Maria Elena Boschi, Erasmo D’Angelis, sostiene che loro comunque non c’erano, se c’erano dormivano e se dormivano sognavano di non esserci perché in mistica contemplazione di “sorella acqua” e “sorella greppia”.

Leggi il contenuto... (327 letture)


Depistaggio: Giovanardi, alla fine depistatore è governo
(ANSA) - ROMA, 26 MAG - "In meno di due ore il Senato,  ha liquidato  il dibattito generale, l'esame degli emendamenti e il voto finale sull'introduzione del reato di depistaggio. Mi sono astenuto sul provvedimento rilevando come sia tra l'indecoroso ed il grottesco che le alte cariche dello Stato ogni anno proclamino solennemente la volontà di fare piena luce sulle stragi che hanno insanguinato il nostro Paese, in particolare Ustica e la stazione di Bologna e poi il Senato liquidi in una manciata di minuti un provvedimento che inasprisce così severamente le pene, senza tener conto che dopo ben 36 anni elementi fondamentali per capire chi ha davvero depistato sono ancora coperti dalla classificazione "segreto" o "segretissimo" che ne impediscono la divulgazione, punita con almeno tre anni di carcere". Lo afferma il senatore  di Idea Carlo Giovanardi. "Ho dovuto constatare con rammarico che tranne il collega Corsini, nessuno si è associato nel dibattito al mio appello al Governo di rendere pubbliche quelle care, che tiene  un atteggiamento di silenzio ed omertà che avrebbe dovuto far insorgere l'intero Parlamento", conclude. 
Leggi il contenuto... (166 letture)


Carcere ai giornalisti, su proposta del Pd la Casta chiede inasprimento pene per

Carcere ai giornalisti, su proposta del Pd la Casta chiede inasprimento pene per chi diffama politici e pm: sì in commissione

Da: "Il Fatto Quotidiano online" del 26 maggio 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (136 letture)


Unioni civili:domani in Cassazione il quesito per referendum

A depositarlo folta delegazione dei promotori 

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Domani, giovedì 26 maggio, alle ore 12.30, una delegazione dei parlamentari promotori del referendum parzialmente abrogativo della legge sulle unioni civili si recherà presso la Suprema Corte di Cassazione per depositare il quesito referendario. La delegazione, guidata dalla presidente del comitato Eugenia Roccella, sarà composta da Gaetano Quagliariello e Carlo Giovanardi di Idea, da Maurizio Gasparri, Lucio Malan e Antonio Palmieri di Forza Italia, da Gian Marco Centinaio, Nicola Molteni e Roberto Simonetti della Lega, da Benedetto Fucci e Lucio Tarquinio dei Conservatori e Riformisti, da Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia, da Maurizio Sacconi, Roberto Formigoni e Alessandro Pagano di Area Popolare.(ANSA).

Leggi il contenuto... (182 letture)


Diffamazione: Giovanardi, ok Pd e M5S a norma "Pro casta"
Io in commissione Giustizia ho votato contro 
(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "La norma "pro casta", votata con entusiasmo in commissione Giustizia del Senato da Pd e M5S, non è affatto stata approvata all'unanimità. Anzi, io ho contrastato in commissione questa follia di aggravare le pene per chi diffama i parlamentari, mentre i parlamentari stessi godono della prerogativa costituzionale  della insindacabilità per le loro opinioni". Così il senatore di "Idea" Carlo Giovanardi commenta la norma introdotta nel ddl contro le intimidazioni agli amministratori pubblici, ora all'esame dell'Aula del Senato, che fa rischiare il carcere fino a 9 anni al cronista accusato di diffamazione per attribuzione di fatto determinato. "Di più - aggiunge Giovanardi - i miei emendamenti per tutelare maggiormente solo gli amministratori locali  e non anche parlamentari e magistrati, che si tutelano da soli con l'esercizio della giurisdizione, sono stati tutti bocciati in commissione  dalla solita maggioranza PD e M5S. Leggo con piacere che il PD sta facendo marcia indietro, ma il dietro front i cittadini se lo aspettano anche dai grillini, fustigatori dei privilegi della casta, nel momento  della discussione del provvedimento già iscritto all'ordine del giorno dell'Aula del Senato".(ANSA). 
Leggi il contenuto... (151 letture)


VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SEN. GIOVANARDI IN DIREZIONE NAZIONALE DEL PDL




 
Leggi il contenuto... (2010 letture)


GIOVANARDI A TUSCANIA PER LANCIARE LIBERATI

Leggi tutto L'articolo, da "Nuovo Viterbo Oggi" del 27 maggio 2009
Leggi il contenuto... (2308 letture)


''QUOZIENTE FAMILIARE ENTRO LA LEGISLATURA''
FAMIGLIA CRISTIANA-
INTERVISTA CON IL SOTTOSEGRETARIO CARLO GIOVANARDI
Leggi il contenuto... (2890 letture)



   Sede di ROMA
 
Clicca qui per leggere i recapiti della nuova sede dei Popolari Liberali
 
 

   Adesione
   
 

   Referenti
 

 
 

   Bacheca
 
DE MATTEIS COSIMO : Caro Senatore, da anni la stimo sia come politi...
cosimo de matteis, brindisi : L’uscita di Giovanardi da NCD –non una scelta capo...
cosimo de matteis: Con vivo piacere costatiamo il rinnovato interesse...

Scrivi/leggi i messaggi sulla nostra bacheca
(2589 messaggi presenti)
 
 

   Old Articles
 
Tuesday, 24 May
· Macché risparmi! Facciamo due conti sulla riforma di Renzi
Sunday, 22 May
· LE PLURIME E CONCENTRATE FORZATURE DEL DDL UNIONI CIVILI
· UNIONI CIVILI PRIMO PASSO VERSO L'UTERO IN AFFITTO
Friday, 20 May
· Unioni civili: Giovanardi, far esprimere popolo sovrano
· BUFERA IN PARLAMENTO RIGUARDO ALL'AGGRESSIONE SQUADRISTA AL GAY CENTER
Wednesday, 18 May
· Unioni civili: Giovanardi, Pd criminalizza chi dissente
· Il "vile attacco fascista" al Gay Center? non c'è mai stato
Tuesday, 17 May
· UNIONI CIVILI. GIOVANARDI: CASSAZIONE DECIDE IL 26 MAGGIO
Saturday, 14 May
· Unioni civili: Giovanardi, nessuna aggressione nè denuncia
· RENZI DIXIT

Articoli Vecchi
 
 

   Link consigliati
 
 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site