News ed Eventi
 
da "Prima Pagina" del 19.08.2016

DA: PRIMA PAGINA DEL 19 AGOSTO 2016

Cannabis: Giovanardi, irresponsabili proposte liberalizzazione

Cannabis: Giovanardi, cantone vuole legalizzazione per minori?

Cannabis: Giovanardi, assurdita' da Cantone. No a legalizzare =

MARIJUANA, SE DON WINSLOW DA RAGIONE A GIOVANARDI

UNIONI CIVILI SEPARATE DAL MATRIMONIO

Unioni civili: Giovanardi, stop mistificazioni Cirinnà

EX CONSORZIO, COOP ESTENSE ACQUISTO' A UN QUINTUPLO DEL PREZZO DI MERCATO

La supercazzola di Renzi vale lo 0,0005% della spesa dello Stato

PIU' PIRATI CON L'OMICIDIO STRADALE

QUESTE NOZZE SONO UNA BALLA. C'E' CHI BARA

IL COMUNE DI TRIESTE VIOLA LA LEGGE CON ATTI ILLEGITTIMI E DISCRIMINATORI

INTERVISTA AL SEN. CARLO GIOVANARDI. PRIMA PAGINA MODENA

VENTIMIGLIA. GIOVANARDI: GOVERNO STA CON POLIZIOTTI O CON VIOLENTI?

CARCERAZIONE INACCETTABILE,I FATTI SONO ANDATI IN MANIERA DIVERSA

FERMO: NO A SCARCERAZIONE MANCINI, IDEA DENUNCIA RAZZISMO VERSO ITALIANO

DICONO CHE E' ANDATO A CASA DEL BOSS, MA IL BOSS ERA IN GALERA

CARIDI, GIOVANARDI (IDEA): GIORNATA NERA PER IL PARLAMENTO E LA COSTITUZIONE

Senato: Giovanardi, Caridi in carcere senza prove né indizi

VI DICO LA VERITA' SU USTICA: E' STATA UNA BOMBA E VENIVA DA BEIRUT

Cannabis: Giovanardi, caso Pellegrini strumentale per radicali

Cannabis: Giovanardi, dopo strage Codogno no legalizzare

Quello che dicono (e soprattutto non dicono) i Radicali

Migranti: Giovanardi, basta razzismo al contrario

BANCHE POPOLARI. GIOVANARDI (IDEA): NON SUPERARE 5% DEL CAPITALE

Rouen: il Galantino pensiero su sicurezza e terrorismo

Cannabis: Giovanardi, Comunità sono contro legalizzazione

LPN-Cannabis, Giovanardi: In aula presentato un obbrobrio

Cannabis: Giovanardi, irresponsabile legalizzarla per gioco


Archivio news
 
 


da "Prima Pagina" del 19.08.2016

Leggi il contenuto... (149 letture)


DA: PRIMA PAGINA DEL 19 AGOSTO 2016

Leggi il contenuto... (311 letture)


Cannabis: Giovanardi, irresponsabili proposte liberalizzazione

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - "E' gravissimo che il sottosegretario agli esteri Benedetto della Vedova attacchi le operazioni antidroga che hanno consentito di contrastare efficacemente i grandi trafficanti internazionali che come è noto trattano ormai indifferentemente e contestualmente eroina, cocaina, cannabis, anfetamine e qualsiasi altra sostanza possa servire ad incrementare il loro giro di affari. Nè Cantone né Della Vedova riescono poi a spiegare come possa essere intelligente una proposta che legalizza l'uso della cannabis per scopi ricreativi, fatta eccezione per i minorenni, salvo poi affermare Cantone che lo scopo della proposta è quello di evitare che i giovani vengano a contatto con la criminalità organizzata". Lo afferma in una nota Carlo Giovanardi, senatore di Idea. Secondo Giovanardi, inoltre, la criminanlità organizzata "aumenterebbe a dismisura i suoi guadagni su cocaina eroina eccetera intensificando nello stesso tempo il traffico illecito proprio verso i minorenni, i più esposti e i più facili da adescare in un clima di irresponsabile svalutazione dei gravissimi danni che l'uso della cannabis arreca alla salute dei consumatori e alle terze persone che ne sono vittime come per esempio accade negli incidenti stradali".(ANSA).

Leggi il contenuto... (161 letture)


Cannabis: Giovanardi, cantone vuole legalizzazione per minori?

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "O il Dott. Cantone è stato capito male oppure la sua nuova posizione sulla legalizzazione dell'uso della cannabis per scopi ricreativi è totalmente assurda". Lo afferma in una nota il senatore di Idea, Carlo Giovanardi ricordando che "come è noto, infatti, la proposta approdata nell'Aula del Parlamento riserva la legalizzazione 'per divertimento' esclusivamente ai maggiorenni mentre continua a vietarla categoricamente ai minorenni, sullo sviluppo celebrale dei quali i principi attivi della cannabis hanno effetti devastanti". "Secondo quanto riferiscono le agenzie - prosegue Giovanardi - Cantone ritiene che debba continuare ad essere proibito l'uso di tutte le altre sostanze mentre la legalizzazione della cannabis preserverebbe i giovani dai contatti con la criminalità organizzata, idea che Giovanni Borsellino bollava come da 'dilettanti di criminologia'. E' evidente viceversa che la criminalità organizzata, come sta avvenendo negli Stati Uniti dove si registra un aumento spaventoso delle morti per overdose, concentrerebbe i suoi affari su altri tipi di droghe e in particolare per la cannabis sui minorenni, futuri potenziali clienti di SERT e comunità di Recupero a carico della spesa pubblica a meno che Cantone non voglia dire che anche i minorenni potranno legalmente distruggersi il cervello con il beneplacito dello Stato", conclude.(ANSA).

Leggi il contenuto... (144 letture)


Cannabis: Giovanardi, assurdita' da Cantone. No a legalizzare =

(AGI) - Roma, 18 ago. - "Cantone sostiene una cosa assolutamente non condivisibile, assurda. Legalizzare le droghe leggere significa fare un grande favore alla criminalita' organizzata". Cosi' Carlo Giovanardi, senatore Gal, interpellato dall'AGI commenta le parole del magistrato Raffaele Cantone che ha detto che una "legalizzazione intelligente delle droghe leggere possa evitare il danno peggiore per i ragazzi, cioe' entrare in contatto con ambienti della criminalita'". "Non e' che un magistrato arriva e dice la sua - osserva Giovanardi - forse Cantone non ha letto gli ultimi dati, incontrovertibili, che arrivano dagli Stati Uniti e che parlano tra l'altro di un boom di morti da overdose". Di quello che ha detto Cantone, quindi, ha un'opinione "assolutamente negativa" per tre motivi principali: "la legalizzazione - sostiene il senatore Giovanardi - incrementa la criminalita' organizzata; diffonde l'uso delle droghe e poi fa esplodere la spesa sociale sanitaria". (AGI) Sim 181228 AGO 16

Leggi il contenuto... (169 letture)


MARIJUANA, SE DON WINSLOW DA RAGIONE A GIOVANARDI

Leggi il contenuto... (211 letture)


UNIONI CIVILI SEPARATE DAL MATRIMONIO
Da: "Il piccolo" del 17 agosto 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (136 letture)


Unioni civili: Giovanardi, stop mistificazioni Cirinnà
ROMA, 13 AGO - "La sen. Monica Cirinnà sta girando l'Italia minacciando i sindaci che non vogliono utilizzare per le unioni civili modalità, luoghi e forme utilizzate per i matrimoni fra un uomo e una donna previsti dall'art. 29 della Costituzione", afferma Carlo Giovanardi senatore di Idea. "Ricordo agli smemorati - aggiunge - che il 10 febbraio 2016 il presidente dell'Assemblea Pietro Grasso negò il voto segreto sulla proposta di non passaggio all'esame degli articoli sul testo delle unioni civili, con la seguente testuale motivazione:" La votazione a scrutinio segreto non può essere concessa soprattutto per il fatto che la disciplina delle formazioni sociali dove si svolge la personalità dell'individuo - e tra queste rientrano senz'altro le famiglie non fondate sul matrimonio - trova il proprio fondamento costituzionale nell'art. 2 che non è ricompreso tra le disposizioni tassative per le quali il voto segreto può essere concesso". Nello stesso intervento il presidente Grasso ricordava che la Corte Costituzionale ha più volte precisato che nel nostro ordinamento il matrimonio può avvenire soltanto fra un uomo ed una donna e che per quanto riguarda il testo sulle unioni civili poi diventato legge "l'attinenza delle disposizioni contenute nel disegno di legge agli artt. 29, 30 e 31 della Costituzione, non si rinviene neppure ad un esame complessivo del testo". Pertanto hanno perfettamente ragione quei sindaci che rifiutano di celebrare le unioni civili con le stesse modalità di luogo e di forma riservate al matrimonio dell'art. 29 della Costituzione, perché qui si tratta semplicemente di raccogliere una dichiarazione dei diretti interessati che fanno nascere davanti all'ufficiale dell'anagrafe ed ai testimoni una formazione sociale così come previsto dall'art. 2 della Costituzione".(ANSA). PAE 13-AGO-16 11:42 NNN
Leggi il contenuto... (130 letture)


EX CONSORZIO, COOP ESTENSE ACQUISTO' A UN QUINTUPLO DEL PREZZO DI MERCATO

Leggi il contenuto... (392 letture)


La supercazzola di Renzi vale lo 0,0005% della spesa dello Stato
I presunti "risparmi" della riforma

La supercazzola di Renzi vale lo 0,0005% della spesa dello Stato

di 
12 Agosto 2016

renzi referendum costituzionale

Capitan  Trinchetto (alias Matteo Renzi) ha aperto assieme a Maria Elena Etruria Boschi la campagna per il Sì al Referendum, millantando centinaia di milioni di euro di risparmio per le casse dello Stato, tagliando parlamentari e costi della politica. Ho già ricordato in un altro articolo che se nel 2006 Renzi e il PD non avessero affossato la riforma costituzionale del governo Berlusconi, già da dieci anni avremmo 175 deputati e senatori in meno, così come quella riforma prevedeva, contro i 215 senatori in meno proposti oggi da Renzi.

Fra le due riforme la differenza sul taglio dei parlamentari è di 40 unità con un risparmio aggiuntivo ridicolo di 19 milioni di euro. In realtà la Ragioneria dello Stato ha calcolato in 49 milioni di euro i risparmi reali che deriverebbero da questa nuova riforma. Si tratta di una somma pari a quella dell’ultimo bilancio  di uno degli 8000 comuni italiani, Formigine (Modena) abitanti 34.000, pari ad euro 50 milioni settecentotrentanovemilacentottantanove euro. Se andiamo a vedere il bilancio del comune di Milanoscopriamo che si tratta di euro settemiliardi tracentoqarantaquattromilioni novecentoquarantamila duecentonovantadue euro. Basterebbe pertanto una diminuzione di costi in quella città di poco più dello 0,5% per arrivare ai fatidici 49 milioni di euro.

Se poi calcoliamo che la spesa dello Stato è pari a ottocentocinquantacinquemiliardi e quarantacinquemilioni di euro all’anno prendendo per buoni i cinquecentomilioni propagandati da Renzi saremmo difronte a un risparmio pari allo 0,005% dellaspesa pubblica mentre in realtà secondo la Ragioneria dello Stato il risparmio sarebbe dello 0,0005%. Ma è mai possibile che gli italiani possano subire una riforma disastrosa, scritta con i piedi, che paralizzerà le istituzioni, come autorevolmente hanno scritto presidenti emeriti della Corte Costituzionale, bevendosi la balla di un gigantesco risparmio, che in termini reali è pari al bilancio di un medio piccolo comune italiano o allo 0,5 % della spesa in uno dei grandi comuni italiani o dello 0,0005 del bilancio dello Stato?

RISPARMIO ECONOMICO VANTATO DA MATTEO RENZI

490.000.000

RISPARMIO CALCOLATO DALLA RAGIONERIA DELLO STATO

49.000.000

BILANCIO DEL COMUNE DI FORMIGINE (MO)

50.739.189

BILANCIO DEL COMUNE DI MILANO

7.344.940.000

SPESA ANNUALE DELLO STATO

855.045.000.000

Leggi il contenuto... (267 letture)


PIU' PIRATI CON L'OMICIDIO STRADALE
Da: "La Stampa" del 13 agosto 2016. LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (145 letture)


QUESTE NOZZE SONO UNA BALLA. C'E' CHI BARA
DA "IL PICCOLO" DEL 12/08/2016 -  LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (145 letture)


IL COMUNE DI TRIESTE VIOLA LA LEGGE CON ATTI ILLEGITTIMI E DISCRIMINATORI
DA "IL PICCOLO" DEL 12/08/2016 - LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (104 letture)


INTERVISTA AL SEN. CARLO GIOVANARDI. PRIMA PAGINA MODENA
Leggi il contenuto... (293 letture)


VENTIMIGLIA. GIOVANARDI: GOVERNO STA CON POLIZIOTTI O CON VIOLENTI?

(DIRE) Roma, 7 ago. - "Nell'esprimere dolore e cordoglio per la morte del Sovrintendente Capo Diego Turra non si puo' dimenticare l'ipocrisia di chi al vertice delle istituzioni e nel Governo e' sempre pronto a ricevere quelli che le forze dell'ordine le calunniano e diffamano mentre tiene la porta sempre chiusa per i sindacati di polizia. Non a caso i lavori del senato riprenderanno a settembre con ancora all'attenzione dell'aula l'introduzione in Italia del reato di tortura, scritto in modo tale da favorire delinquenti e violenti trasformando cosi' poliziotti e carabinieri in facili bersagli di ben orchestrate campagne mediatiche per criminalizzarli e delegittimarli". Lo dice Carlo Giovanardi, senatore di Idea. (Rai/ Dire) 16:25 07-08-16

Leggi il contenuto... (184 letture)


CARCERAZIONE INACCETTABILE,I FATTI SONO ANDATI IN MANIERA DIVERSA

Leggi il contenuto... (290 letture)


FERMO: NO A SCARCERAZIONE MANCINI, IDEA DENUNCIA RAZZISMO VERSO ITALIANO
Roma, 6 ago. (AdnKronos) - "Siamo andati a Fermo per sostenere che la giustizia deve essere uguale per tutti, italiani ed extracomunitari, senza lasciarsi influenzare da campagne mediatiche, e da interventi a gamba tesa di ministri e vertici istituzionali. Un cittadino italiano e un extracomunitario devono subire la custodia cautelare in carcere solo se c'è pericolo attuale e concreto di fuga, inquinamento delle prove o reiterazione di reato. Nel caso di Amedeo Mancini, per il quale è stata confermata dal Tribunale del Riesame la carcerazione preventiva, non ricorre nessuna di queste condizioni, perché il tragico episodio che lo ha visto protagonista è già stato accertato essersi svolto ben diversamente da come inizialmente era stato riferito". Lo sottolineano i parlamentari di Idea Gaetano Quagliariello, Carlo Giovanardi ed Eugenia Roccella, insieme alla presidente delle Donne marocchine in Italia, Souad Sbai, e al presidente del centro Namastè Eddie Nebo.
"Denunciamo con forza -aggiungono- questo atteggiamento di razzismo verso un italiano che dovrà rispondere per le sue azioni nel processo e scontare una eventuale pena proporzionale alle sue responsabilità e ai suoi atteggiamenti solo se e quando con una sentenza in nome del popolo italiano sarà giudicato colpevole".
Leggi il contenuto... (299 letture)


DICONO CHE E' ANDATO A CASA DEL BOSS, MA IL BOSS ERA IN GALERA




Leggi il contenuto... (288 letture)


CARIDI, GIOVANARDI (IDEA): GIORNATA NERA PER IL PARLAMENTO E LA COSTITUZIONE
(9Colonne) Roma, 4 ago - "Una giornata nera per la democrazia e la Costituzione: il Presidente del Senato e il Presidente della Giunta per le immunità hanno stracciato ogni diritto alla difesa del sen. Caridi imponendo tempi grotteschi per la lettura della carte,  facendo finta di niente davanti alla documentazione prodotta che smonta le accuse dei cosiddetti pentiti. Il  PD e M5S hanno completato l'opera in Aula imponendo la disciplina di partito  e  teorizzando il principio,  che  i cittadini purtroppo dovranno prepararsi a subire, che si va in carcere preventivo, in spregio ai principi costituzionali, non sulla base di solide prove  o di gravi indizi ma,  come ha sottolineato il relatore Stefano di Sinistra italiana,semplicemente soltanto se  l'impianto accusatorio 'non è implausibile'". Così in una nota il senatore Carlo Giovanardi. (red) 

PER LEGGERE ENTRAMBI GLI INTERVENTI DEL SEN. CARLO GIOVANARDI CLICCA SU: LEGGI IL CONTENUTO.
Leggi il contenuto... (204 letture)


Senato: Giovanardi, Caridi in carcere senza prove né indizi
(ANSA) - ROMA, 3 AGO - "Chiunque sia in buona fede deve ammettere che nelle intercettazioni ambientali e telefoniche, messe assieme nelle migliaia di pagine di ordinanza relative al periodo 1997/2013 e già vagliate nello stesso periodo dagli inquirenti, non ci sono né prove né indizi a carico del senatore Antonio Caridi, che in tutti quegli anni non ha ricevuto neppure un avviso di garanzia. Anzi, davanti alle carte che, lette correttamente, dimostrano chiaramente l'estraneità di Caridi alla 'ndrangheta e clamorose sviste dei magistrati che addebitano al Caridi incontri al ristorante con una persona che in quel periodo era in carcere, il relatore Stefano ha chiesto di autorizzare il carcere con la formula che sarebbe "non implausibile", un rapporto di Caridi con l'ndrangheta, o come capo, o come affiliato o come semplice esecutore, formula che non si può escludere per nessuno dei parlamentari eletti nelle regioni ad alta densità mafiosa". Ad affermarlo è il senatore di "Idea" Carlo Giovanardi che è componente della Giunta per le Immunità di Palazzo Madama che ha appena autorizzato l'arresto di Caridi. Autorizzazione sulla quale ora comunque dovrà pronunciarsi anche l'Aula del Senato. (ANSA).

PER LEGGERE ENTRAMBI GLI INTERVENTI DEL SEN. CARLO GIOVANARDI CLICCA  SU: LEGGI IL CONTENUTO.

Leggi il contenuto... (150 letture)


VI DICO LA VERITA' SU USTICA: E' STATA UNA BOMBA E VENIVA DA BEIRUT
Da "IL DUBBIO" del 03 agosto 2016 - LEGGI TUTTO!!!
Leggi il contenuto... (317 letture)


Cannabis: Giovanardi, caso Pellegrini strumentale per radicali
(ANSA) - ROMA, 2 AGO - "I radicali continuano imperterriti nella loro campagna di bugie e mistificazioni sul caso Pellegrini, che stava in carcere, condannato per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di cannabis, (a casa del Pellegrini erano stati trovati 100 grammi di marijuana sufficiente per confezionare circa 500 dosi di cannabis) per il semplice motivo che il difensore del Pellegrini non aveva presentato ricorso al Tribunale di sorveglianza per l'applicazione di una pena alternativa al carcere, nei trenta giorni in cui era stata sospesa l'esecuzione della sentenza". Lo scrive in una nota il senatore Carlo Giovanardi (Idea). "Ricordo inoltre - aggiunge - che in Italia è perfettamente legale curarsi con la cannabis terapeutica, che la regione Abruzzo dove risiede Pellegrini la fornisce gratuitamente ai richiedenti, che in nessun paese civile è permessa l'auto coltivazione ne di cannabis terapeutica, ne di papaveri per estrarre morfina o di salice per estrarre l'aspirina poiché tutti i medicinali devono essere prodotti con precise garanzie per i pazienti". "Bene ha fatto il magistrato di sorveglianza - conclude - a prendere atto che secondo la nostra legislazione Pellegrini non doveva stare in carcere ma in casa a curarsi, male fanno i radicali a strumentalizzare un caso che viene pompato ad arte per rilanciare la loro proposta di legalizzazione della cannabis terapeutica, che è già legale, ma di quella ricreativa, cioè usata per divertirsi". (ANSA).

Leggi il contenuto... (203 letture)


Cannabis: Giovanardi, dopo strage Codogno no legalizzare
(ANSA) - ROMA, 1 AGO - "Vorrei che il sottosegretario Benedetto Della Vedova e Roberto Saviano riflettessero sul perché, in base alla nuova legge sull'omicidio stradale, è stato arrestato il ventinovenne di Codogno che sabato scorso ha travolto 15 ciclisti dandosi poi alla fuga". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi (Idea). "Nei test - prosegue - il giovane è risultato positivo all'uso di cocaina e oppiacei ed ora rischia da 3 a 5 anni per lesioni gravi, da 4 a 7 anni per lesioni gravissime, per la fuga dopo l'incidente la pena aumenta di 2/3 (non meno di 3 anni se ci sono feriti) in questo caso si va sempre in prigione. Per chi provoca il ferimento di più persone pena triplicata (con un massimo di 7 anni). Qualche anno fa allo stesso giovane era stata sospesa per un mese la patente perché faceva uso di cannabis". Secondo Giovanardi l'episodio ricorda "la strage del 5 dicembre 2010 quando, in provincia di Catanzaro, un marocchino che aveva fumato cannabis, travolse e uccise otto ciclisti, cavandosela poi con la condanna definitiva in Cassazione a otto anni di carcere". "Si tratta soltanto della punta dell'iceberg di centinaia di incidenti stradali - conclude - provocati da persone che guidano ubriache o sotto l'effetto delle sostanze: in questo quadro appare folle e irresponsabile legalizzare e pertanto favorire la diffusione di sostanze, come la cannabis, porta di entrata verso anche altri tipi di droghe, i cui effetti sono devastanti sia per chi ne fa uso che per le loro vittime innocenti". (ANSA).
Leggi il contenuto... (278 letture)


Quello che dicono (e soprattutto non dicono) i Radicali

Quello che dicono (e soprattutto non dicono) i Radicali



cannabis ricreativa

Onore al merito ai Radicali che riescono in poche ore a disinformare milioni di italiani su struggenti casi umani, prontamente sfruttati ad altri fini, in questo caso per una battaglia a favore della legalizzazione della cosi detta cannabis ricreativa, quella per capirci da consumare per divertimento.

A tal fine si annuncia uno sciopero della fame, aderendo alla iniziativa non violenta dell’Associazione LaPiantiAmo, per la liberazione dal carcere del quarantottenne Fabrizio Pellegrini, condannato per coltivazione e detenzione a fine di spaccio di cannabis.

Questo è il caso pietoso da usare come grimaldello: Fabrizio Pellegrini, malato di Fibromialgia, bisognoso di cure a base di cannabis terapeutica, è stato costretto a coltivarsi e a prodursi da solo il medicinale perché non era in grado di procurarselo legalmente.

Vero? Premesso che nessuno in Italia né in nessun paese del mondo può autoprodurre medicinali (per esempio coltivare papaveri d’oppio per produrre morfina oppure salici per produrre aspirina), nel nostro paese la cannabis curativa è assolutamente legale, acquistabile nelle farmacie ospedaliere e in 12 regioni, tra cui l’Abruzzo dove risiede Pellegrini, la forniscono gratuitamente ai pazienti.

Di più: dopo l’ultima condanna il Tribunale aveva sospeso l’esecuzione per trenta giorni in attesa che l’interessato facesse ricorso al Tribunale di Sorveglianza per l’applicazione di una pena alternativa al carcere, termine scaduto senza che il difensore del Pellegrini abbia mai presentato l’istanza.

Insomma: l’uso della cannabis terapeutica in Italia è legale, per chi non può le regioni la forniscono gratuitamente, malgrado la sentenza passata in giudicato (a casa del Pellegrini l’ultima volta era stato trovato un etto di marijuana sufficiente per confezionare circa 500 dosi di cannabis), Pellegrini poteva evitare il carcere ed essere curato altrove se lui o il suo avvocato avesse deciso di fare domanda.

Capito a cosa serve la campagna pompata dai giornali e anche dai telegiornali di stato su questo pasticcio? Imbrogliare la gente con uno spot pubblicitario a favore della legalizzazione della droga ricreativa, quella usata per divertirsi, sfruttando ad arte un caso limite che speriamo i magistrati possano sanare con una immediata scarcerazione.

Leggi il contenuto... (938 letture)


Migranti: Giovanardi, basta razzismo al contrario
(ANSA) - ROMA, 29 LUG - "Basta razzismo al contrario". Così Carlo Giovanardi che in una interpellanza presentata al presidente del Consiglio al Ministro, dell'Interno e al Ministro della Giustizia il senatore Carlo Giovanardi cita una serie di episodi che "fanno aumentare a dismisura la percezione dell'opinione pubblica che ci sia da parte del Governo una forma di razzismo nei confronti degli italiani è una insopportabile mobilitazione a senso unico per enfatizzare certi episodi e sminuirne altri". Giovanardi ricorda alcuni episodi: l'omicidio di David Raggi (nel marzo 2015 a Terni) da parte di "un marocchino pluri condannato e clandestino in Italia, perché il Raggi guadagnava troppo"; il carcere per Amedeo Mancini "per il controverso episodio di Fermo" (l'omicidio dell'immigrato Emmanuel), per il quale "si sono mobilitati il Ministro dell'Interno, il Presidente della Camera e il Ministro per i rapporti con il Parlamento, che si sono recati in quella località rilasciando dichiarazioni affrettate e pregiudiziali, senza aspettare gli esiti delle indagini"; l'aggressione di don Giovanni Malaguti a Modena davanti alla Chiesa di San Pietro da parte di "un soggetto che pretendeva con arroganza vestiti e cibo che il convento". Giovanardi chiede "quali iniziative intenda intraprendere il Governo affinché chi commette reati nel nostro paese abbia parità di trattamento, a prescindere dalla nazionalità e dal colore della pelle e che le norme civili, penali e amministrative che garantiscono la pacifica convivenza siano applicate con rigore non soltanto ai cittadini italiani ma anche a quelli provenienti da altri paesi".
Leggi il contenuto... (191 letture)


BANCHE POPOLARI. GIOVANARDI (IDEA): NON SUPERARE 5% DEL CAPITALE
(DIRE) Roma, 28 lug. - "Dare la possibilita' alle Banche popolari quotate in borsa di porre un limite al diritto di voto non superiore al 5% del capitale sociale, come avviene attualmente per l'Unicredit, uno dei piu' importanti player bancari italiani anche esso soggetto, come le popolari di maggiori dimensioni, alla vigilanza diretta di BCE". Lo prevede un disegno di legge presentato al Senato dai senatori di IDEA, Carlo Giovanardi, Andrea Augello, Luigi Compagna e Gaetano Quagliariello. "Come e' noto- sostengono- la normativa attuale voluta dal Governo Renzi, che ha cancellato il voto capitario delle Banche Popolari aventi attivo superiore agli 8 miliardi di euro, obbligate a trasformarsi in Societa' per Azioni, prevede soltanto un periodo transitorio di 24 mesi in cui non puo' essere superato questo limite". La proposta dei senatori di IDEA mira ad impedire che le Banche popolari, "fortemente radicate sul territorio e tradizionalmente volano di sviluppo della imprenditoria locale, possano essere facilmente scalate da capitali italiani o esteri, che non hanno nessun interesse a mantenere e a sviluppare la loro vocazione storica", concludono. (Com/Sor/Dire) 13:38 28-07-16
Leggi il contenuto... (187 letture)


Rouen: il Galantino pensiero su sicurezza e terrorismo

Rouen: il Galantino pensiero su sicurezza e terrorismo

rouen orrore in una chiesa

Nunzio Galantino, Segretario della Cei, dopo il cruento episodio di Rouen ha dettato dal Corriere della sera la sua ricetta per reagire "in maniera razionale ed efficace" al terrorismo, dicendosi preoccupato innanzitutto che: "la paura non venga strumentalizzata ad arte".

Ecco il Galantino-pensiero: "il compito a cui dobbiamo lavorare oggi, ci ha ammonito Erich Fromm, non è di arrivare alla sicurezza, ma arrivare a tollerare l'insicurezza". Un messaggio questo fraterno e rassicurante per i famigliari delle vittime delle stragi del fondamentalismo islamico in Spagna, Francia, Germania e, ovunque nel mondo, dove l'Isis ha colpito con il suo cieco fanatismo persone di ogni razza e di ogni religione.

Ancora più tranquillizzante è il messaggio di Galantino per le prossime potenziali vittime: in sostanza portate pazienza perché la sicurezza non è di questo mondo. Quindi, sempre secondo il Galantino-pensiero, l'impegno della Chiesa non deve essere quello di cooperare per garantire il più alto livello di sicurezza (che ogni responsabile di buon senso sa che non può essere assoluto), ma educarla alla sopportazione del terrorismo.

Sarebbe come dire che la Chiesa non deve orientare le persone alla Santità (che come ha efficacemente detto Papa Francesco è un obiettivo a cui ogni persona può aspirare), ma educarla a tollerare l'inevitabile compromesso con il peccato. Che diventare Santi sia una impresa molto difficile e garantire la sicurezza altrettanto non vuol dire rassegnarsi per principio a non perseguire questi obiettivi ideali. O no?

Leggi il contenuto... (265 letture)


Cannabis: Giovanardi, Comunità sono contro legalizzazione
(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Le comunità di recupero sono le più autorevoli testimoni per competenza ed esperienza dei terribili danni che tutte le droghe, a partire dalla cannabis, provocano ai giovani che ne fanno uso e alle loro famiglie. La loro voce unanime contraria alla legalizzazione trova sordo il governo Renzi, che ha totalmente smantellato il Dipartimento Antidroga della Presidenza del Consiglio e le politiche di educazione, prevenzione ed informazione, mentre il sottosegretario agli Esteri Benedetto della Vedova sembra interessarsi in maniera ossessiva  più  della liberalizzazione della droga piuttosto che dei drammatici avvenimenti che stanno sconvolgendo il mondo". Lo afferma il senatore di "Idea" Carlo Giovanardi. 
   "Spero di non dover rivivere la vicenda delle unioni civili quando Area Popolare, rimettendosi al Parlamento e non ponendo mai la questione in Consiglio dei ministri, alla fine si è arresa a Renzi e al PD, come accadrà anche con la liberalizzazione della droga, potendo il PD trovare comunque anche  al Senato una maggioranza alternativa PD-SEL e M5S con la finta opposizione di Area popolare, come sembra auspicare oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella, notoriamente molto  vicino alle posizione del leader Matteo Renzi", conclude. (ANSA).   
Leggi il contenuto... (317 letture)


LPN-Cannabis, Giovanardi: In aula presentato un obbrobrio
Roma, 25 lug. (LaPresse) - "Legalizzare il furto perché vedrete che le rapine e gli scippi diminuiranno, questo è il ragionamento di Saviano e compagnia. Sostengono che se si elimina il furto, ci sono poi più fondi da investire nelle rapine e negli scippi": così Carlo Giovanardi, senatore di Idea, è intervenuto ai microfoni della trasmissione "Ho scelto Cusano", condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell'Università Niccolò Cusano. "Quello che hanno presentato in aula è un obbrobrio - aggiunge -. Qui non si parla di cannabis terapeutica. E' una cosa ludica, vogliono divertirsi, vogliono che ognuno si possa coltivare la marijuana in casa, però resta proibita per i minorenni. -"Chi si fa lo spinello, se va in macchina e fa un incidente mortale si piglia 18 anni di galera. Se il governo ha fatto questa legge lo ha fatto perché chi guida sotto l'effetto di queste sostanze non è in grado di guidare correttamente. Chiunque va nelle comunità si rende conto che le persone che cercano di uscire dalla droga, si sono avvicinati alla droga con la cannabis. Borsellino spiegava che la mafia moltiplicherebbe i suoi guadagni con la legalizzazione della cannabis. Noi portiamo dei dati, loro vogliono divertirsi. Renzi non si è accorto che ha un ministro della sanità che è contrarissima a questa legge, perché i costi per la sanità chi li paga? I costi per i morti da incidente stradale chi li paga? Queste cose arrivano in aula per piantare una bandierina, in fretta e furia. Ma stiamo scherzando? Noi stiamo parlando del futuro delle prossime generazioni" 
Leggi il contenuto... (351 letture)


Cannabis: Giovanardi, irresponsabile legalizzarla per gioco

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "Nei tanti anni in cui ho avuto la responsabilità al governo del Dipartimento Antidroga della Presidenza del Consiglio, diffondevamo nelle scuole la documentazione scientifica dei danni provocati dalla cannabis a livello celebrale, soprattutto ai più giovani, ed il video degli interventi di Paolo Borsellino quando spiegava agli studenti che la legalizzazione della droga, diversamente da quanto sostenuto da quelli che lui definiva "dilettanti di criminologia", avrebbe comportato un aumento e non una diminuzione dei traffici e dei guadagni delle mafie. Adesso gli irresponsabili sostenitori della legalizzazione, con in testa il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova e Roberto Saviano, si battono per la droga ricreativa, usata per divertirsi, lanciando un messaggio devastante ai giovani e raccontando la favoletta della mafia indebolita". Lo scrive in una nota il senatore di "Idea" Carlo Giovanardi. "Il risultato di questa gigantesca mistificazione, sostenuta in tutto il mondo dalle multinazionali del tabacco, in un paese come l'Italia dove non più del 3% della popolazione ha avuto almeno una volta nella vita contatto con la droga, sarebbe portare il consumo a livello del tabacco, tra il 25% e il 30% della popolazione, con i devastanti risultati per il bilancio della sanità pubblica che tutti possono ben immaginare", conclude.(ANSA).

Leggi il contenuto... (258 letture)


VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SEN. GIOVANARDI IN DIREZIONE NAZIONALE DEL PDL




 
Leggi il contenuto... (2061 letture)


GIOVANARDI A TUSCANIA PER LANCIARE LIBERATI

Leggi tutto L'articolo, da "Nuovo Viterbo Oggi" del 27 maggio 2009
Leggi il contenuto... (2357 letture)


''QUOZIENTE FAMILIARE ENTRO LA LEGISLATURA''
FAMIGLIA CRISTIANA-
INTERVISTA CON IL SOTTOSEGRETARIO CARLO GIOVANARDI
Leggi il contenuto... (2943 letture)



   Sede di ROMA
 
Clicca qui per leggere i recapiti della nuova sede dei Popolari Liberali
 
 

   Adesione
   
 

   Referenti
 

 
 

   Bacheca
 
DE MATTEIS COSIMO : Caro Senatore, da anni la stimo sia come politi...
cosimo de matteis, brindisi : L’uscita di Giovanardi da NCD –non una scelta capo...
cosimo de matteis: Con vivo piacere costatiamo il rinnovato interesse...

Scrivi/leggi i messaggi sulla nostra bacheca
(2589 messaggi presenti)
 
 

   Old Articles
 
Monday, 25 July
· CANNABIS LIBERA, GIOVANARDI: "SAVIANO DIA RETTA A BORSELLINO"
· GIOVANARDI: "LINCIAGGIO INGIUSTO CONTRO FERMO"
· DELITTO DI FERMO,L'ULTRA' SI DIFENDE "IN CELLA CON DEI NERI:SIAMO AMICI"
· GIOVANARDI: INGIUSTO ACCUSARE LA CITTA DI XENOFOBIA"
Sunday, 24 July
· Giovanardi e Quagliariello: “Marchio infamante su Fermo, ristabiliamo la verità
· I PARTECIPANTI DELLA CONFERENZA STAMPA DI FERMO
· FERMO. PARLAMENTARI IDEA: GOVERNO HA STRUMENTALIZZATO VICENDA
· Migrante ucciso: Idea, no a strumentalizzazioni ideologiche
· FERMO: 'IDEA', NO A STRUMENTALIZZAZIONI E FORZATURE POLITICHE
· FERMO. OGGI CONFERENZA STAMPA PARLAMENTARI IDEA E ASSOCIAZIONI

Articoli Vecchi
 
 

   Link consigliati
 
 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site