News ed Eventi
 
BIOTESTAMENTO. GIOVANARDI: QUANTI CASI CHARLIE GARD AVREMO IN ITALIA?

I NODI DELLA GIUSTIZIA

Dell'Utri: Giovanardi (Idea), coniugare rigore e umanità

Biotestamento: Giovanardi, imbarazzato silenzio da Pd e M5S

FINE VITA: GIOVANARDI (IDEA POPOLO E LIBERTA') QUESTA SERA BRINDANO MAFIA

IDEA - POPOLO E LIBERTA' RICORDA IL NATALE CRISTIANO

Giovanardi:veri nipotini Goebles autori errore bandiera Firenze

Migranti: centrodestra, governo non interferisca con processi

DAGOSPIA su Carlo Giovanardi censurato al senato

CTTADINANZA AI BAMBINI, E' STATA UNA PRESA IN GIRO

Ius soli: Giovanardi, usato strumentalmente per propaganda

SE PADRE E MADRE VENGONO UCCISI

Biotestamento: Giovanardi, Quagliariello, Roccella, stop fiducia

PERCHE I GIORNALISTI ITALIANI NON POSSONO ACCEDERE ALLA DOCUMENTAZIONE SU F-35

Giustizia: Giovanardi, comm. convochi Minniti su legge Fiano

MDENA 2-3 DICEMBRE 2017

'IDEA? DI GIOVANARDI, CONVEGNO IN CITTA'

Giovanardi, test medicina omofobo? Media fanno oscurantismo

Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina

Senato: Giovanardi propone insindacabilità per Taverna (M5S)

S. Donnino: «Complanarina di Modena, ok. Ma questo progetto è da cambiare»

SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA

Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante

INTERDITTIVE ANTIMAFIA? AVEVO RAGIONE IO

MALAGO' APRE, SPORT PER TUTTI

Da: L'OCCIDENTALE on line

4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti

GRASSO, 'RAGAZZO DI SINISTRA' CHE NON E' MAI RIUSCITO A ESSERE IMPARZIALE

L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA

Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari


Archivio news
 
 


BIOTESTAMENTO. GIOVANARDI: QUANTI CASI CHARLIE GARD AVREMO IN ITALIA?
BIOTESTAMENTO. GIOVANARDI: QUANTI CASI CHARLIE GARD AVREMO IN ITALIA? 
(DIRE) Roma, 12 dic. - "Con questa legge quanti casi Eluana Englaro avremo e quanti minori potranno essere lasciati morire negando loro idratazione e alimentazione, sulla base di una decisione di un magistrato in caso di contrasto tra il rappresentante legale di un minore e i medici, come previsto dall' art. 3, 5° comma del disegno di legge gia' approvato dalla Camera?". Lo ha chiesto nel suo intervento in Aula al Senato il senatore Carlo GIOVANARDI di Idea Popolo e liberta'. "Quanti casi Charlie Gard- ha incalzato GIOVANARDI- avremo nelle benemerite istituzioni italiane, come il Cottolengo, dove vengono amorevolmente assistiti bambini le cui patologie secondo alcuni non consentono loro una vita dignitosa? Dalla maggioranza- ha concluso GIOVANARDI- non e' ancora arrivata nessuna risposta a questi inquietanti interrogativi". (Vid/ Dire) 
Leggi il contenuto... (32 letture)


I NODI DELLA GIUSTIZIA
Leggi il contenuto... (63 letture)


Dell'Utri: Giovanardi (Idea), coniugare rigore e umanità
(ANSA) - ROMA, 7 DIC - "Ma i Magistrati, che amministrano la giustizia in nome del popolo italiano, sono sicuri che gli italiani condividano la decisione di tenere in carcere il settantaseienne Marcello dell'Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, anche se in precarie condizioni fisiche?". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi di Idea Popolo e Libertà. "Sono altrettanto convinti i Magistrati che gli italiani possano apprezzare che il senatore in carica Antonio Caridi sia in carcere da un anno e quattro mesi, su iniziativa del Presidente del Senato Piero Grasso, continua Giovanardi, per l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, non soltanto prima di un eventuale rinvio a giudizio, ma senza che la Cassazione abbia ancora deciso in via definitiva se è legittima la sua custodia cautelare? La doverosa e sacrosanta lotta contro ogni forma di criminalità organizzata diventerà sempre più forte e autorevole se lo Stato democratico, conclude Giovanardi, sarà in grado di mostrare contemporaneamente rigore ma anche senso di umanità". 
Leggi il contenuto... (58 letture)


Biotestamento: Giovanardi, imbarazzato silenzio da Pd e M5S
(ANSA) - ROMA, 6 DIC - "Fermo restando il diritto delle persone coscienti di rifiutare ogni tipo di cura e di lasciarsi morire il nodo non sciolto della proposta di legge sulle disposizioni di fine vita riguarda i minori e tutti coloro che si troveranno ad affrontare patologie nel momento in cui non sono coscienti". Così il senatore Giovanardi di Idea-"Federazione della Libertà" nel suo intervento in Aula sul disegno di legge riguardante il fine vita. "La proposta di legge infatti prevede che come in Inghilterra nel caso del piccolo Charlie Gard sia un Tribunale a decidere sulla vita e sulla morte dei minori in caso di contrasto tra medici e genitori e così anche nel caso di contrasto fra affidatario delle volontà e i medici", aggiunge. "Nei casi per esempio di Ictus, gravi traumi cranici o comunque incapacità di esprimersi come farà il medico a sapere se ha davanti un paziente che ha da qualche parte depositato disposizioni di fine vita o nel caso di contrasto con l' affidatario dover aspettare le decisioni di un magistrato se deve praticare un intervento di urgenza? E come è possibile che il gruppo del PD che nella scorsa legislatura aveva approvato all'unanimità un documento, con primi firmatari Anna Finocchiaro e Luigi Zanda, che riteneva comunque da salvaguardare alimentazione e idratazione mentre ora le escludono definendole terapia medica? Su tutte queste questioni rimaste aperte dal Pd e M5S si è risposto soltanto con un imbarazzato silenzio", conclude Giovanardi.(ANSA).

PER VEDERE I VIDEO DEGLI INTERVENTI CLICCARE SUL TESTO
Leggi il contenuto... (81 letture)


FINE VITA: GIOVANARDI (IDEA POPOLO E LIBERTA') QUESTA SERA BRINDANO MAFIA

FINE VITA: GIOVANARDI (IDEA POPOLO E LIBERTA')  QUESTA SERA BRINDANO MAFIA E TERRORISTI

Se dovessi usare il linguaggio parlamentare del M5S  dovrei dire  che mafia, camorra 'ndrangheta e terrorismo  questa sera brinderanno alla decisione del Senato di non iscrivere all'ordine del giorno il provvedimento sulla tutela dei beni culturali, mirante a contrastare il traffico internazionale di opere d'arte che finanzia il terrorismo e di aver fatto scavalcare   dal fine vita il provvedimento  sulla tutela dei testimoni di giustizia, mettendo a rischio la sua approvazione  in questa legislatura.

Lo ha detto intervenendo in Aula  al senato il sen. Carlo Giovanardi di Idea Popolo  Libertà.

Si accantonano così norme condivise per far passare di corsa un provvedimento sul fine vita che  in realtà  introduce nel nostro paese l'eutanasia passiva, che cancella l'alleanza terapeutica tra medico e paziente e ripropone la drammatica situazione  di cui è stato vittima il piccolo Charlie Gard in Inghilterra perché quando si tratta di minorenni,  in un contrasto fra medici e genitori sulla possibilità di continuare a far vivere un piccolo paziente, anche in Italia  sarà un magistrato a decidere se farlo vivere o morire  facendogli mancare l'alimentazione, anche  contro il parere dei genitori.

Carlo Giovanardi

PER VEDERE I VIDEO DEGLI INTERVENTI CLICCARE SUL TESTO

Leggi il contenuto... (72 letture)


IDEA - POPOLO E LIBERTA' RICORDA IL NATALE CRISTIANO

Nel convegno di Modena del 2 e 3 dicembre oltre alle tavole Rotonde i dibattiti, l'approvazione di documenti ecc. c'è stato anche un tradizionale momento per ricordare che nel Natale  cristiano si festeggia la nascita del figlio di Dio che si è fatto uomo.


Leggi il contenuto... (90 letture)


Giovanardi:veri nipotini Goebles autori errore bandiera Firenze
Roma, 4 dic. (askanews) - "Fra il giovane carabiniere ventenne di Firenze e la colossale bugia messa in moto dall'articolo in prima pagina di la Repubblica, ripreso con grande evidenza dai social, che hanno parlato della esposizione in caserma di una "bandiera nazista", non c'è dubbio di chi siano i veri nipotini di Goebels in fatto di propaganda fondata sulla menzogna". Lo ha dichiarato il senatore Carlo Giovanardi di Idea Popolo e Libertà. "Qui si falsifica la storia -continua Giovanardi- si confonde maliziosamente il II° Reich dell'imperatore Guglielmo con il III° Reich di Hitler, si fa il processo e la condanna in tempo reale, con la sentenza pronunciata nientemeno che dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, già lesta, 15 giorni fa, alla presentazione di una fiction di la Repubblica sul naufragio di una nave di migranti, a scaricare pubblicamente uomini e donne della nostra Marina Militare. Sembra di essere tornati ai tempi nei quali prima della benemerita presidenza Ciampi, chi non andava in piazza con la bandiera rossa, ma con quella tricolore, era tacciato di essere fascista. ". "C'è soltanto da sperare -conclude Giovanardi- che davanti a questo squallido episodio di "caccia alle streghe", che oltre tutto offende il vero e serio antifascismo, magistrati civili e militari e qualche pavido superiore del giovane carabiniere, si ricordino che in Italia prima delle sentenze del "Ministro di la Repubblica" c'è una Costituzione e delle leggi di uno stato democratico che vanno rispettate, mentre il linciaggio a forza di fake news deve essere severamente proibito". Pol/Tor 20171204T120832Z
Leggi il contenuto... (104 letture)


Migranti: centrodestra, governo non interferisca con processi
Migranti: centrodestra,governo non interferisca con processi 
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Tutti i gruppi del centrodestra hanno sottoscritto un'interpellanza al presidente del Consiglio e al ministro della Difesa primo firmatario Carlo Giovanardi. Nel testo che porta anche le firme di Gaetano Quagliariello e Luigi Compagna di Idea Popolo e Libertà, Maurizio Gasparri, Lucio Malan, Francesco Aracri e Maria Rosaria Rossi di Forza Italia, Gianmarco Centinaio ed Erica Stefani della Lega, Stefano Bertacco di Fratelli d'Italia e Piero Liuzzi di Direzione Italia si chiede di conoscere se il Governo italiano non intenda astenersi dal promuovere ed avvallare fiction cinematografiche senza doverosamente attendere che su quanto accaduto di pronunci la magistratura". E' quanto si legge in una nota del senatore di "Idea"-Fdl. "Sul settimanale Panorama del 13 ottobre scorso - si legge nell' interpellanza - all'anteprima del film di "Un unico destino" di Fabrizio Gatti, prodotto dal Gruppo Espresso- Repubblica e Sky, relativo al naufragio dell'11 ottobre 2013, ospite d'onore era il ministro della Difesa Roberta Pinotti che rivolgendosi ai famigliari delle vittime dichiarava: "Da persona e da cittadina italiana io mi sento in dovere di chiedere a loro scusa" mentre il presidente del Consiglio del tempo del naufragio, Enrico Letta ha dichiarato a Repubblica: "Dall' inchiesta giornalistica emergono responsabilità evidenti. Uno Stato non può archiviare una tragedia del genere senza garantire piena giustizia. Un lavoro giornalistico di denuncia, che dovrebbe essere presentato in tutte le scuole"". "Secondo l'articolo di Panorama viceversa, firmato da Fausto Biloslavo - segue l'interpellanza - appare evidente "un montaggio ad arte per colpevolizzare gli ufficiali italiani impegnati quell'11 ottobre 2013. Le registrazioni di ordini e comunicazioni fornite alla Procura dalla stessa Marina, vengono abilmente estrapolate dal contesto per dimostrare che gli ufficiali coinvolti sono colpevoli prima di una sentenza definitiva. Immagini di altri naufragi sono mescolati ad hoc con gli audio degli ordini italiani"; i Pubblici ministeri che indagano sul naufragio - precisa l'interpellanza - avevano chiesto l'archiviazione per la Comandante del Pattugliatore LIBRA Catia Pellegrino e gli altri indagati mentre Gip Giovanni Giorgianni dopo la denuncia mediatica e le dichiarazioni del Ministro della Difesa e dell'ex Premier Enrico Letta ha ammesso il 13 novembre l'archiviazione per quattro ufficiali su sette e per gli altri ha chiesto un supplemento di indagine di sei mesi".(ANSA). BSA-COM 29-NOV-17 19:28 NNN
Leggi il contenuto... (73 letture)


DAGOSPIA su Carlo Giovanardi censurato al senato

Di seguito allego il servizio pubblicato da DAGOSPIA il 27 novembre 2017

clicca sull'immagine per scorrere l'intero articolo.

Per approfondire l'argomento allego anche il Precedente articolo di DAGODSPIA dekl 25 novembre che ha dato spunto all'invio della mia lettera.

Clicca sull'immagine per vedere l'intero articolo
Leggi il contenuto... (203 letture)


CTTADINANZA AI BAMBINI, E' STATA UNA PRESA IN GIRO

Leggi il contenuto... (69 letture)


Ius soli: Giovanardi, usato strumentalmente per propaganda
(ANSA) - ROMA, 26 NOV - Purtroppo la prima cosa che possono pensare i 186 bambini extracomunitari e le loro famiglie a cui il Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli in una cerimonia pubblica ha solennemente consegnato un attestato di cittadinanza italiana onoraria, è che nel nostro Paese il principio di legalità è una burletta, le regole sono diverse a seconda del Comune in cui abiti e il Parlamento e le leggi possono essere scavalcate con iniziative di propaganda promosse dalle stesse Istituzioni. Lo afferma in una nota il sen. Carlo Giovanardi di Idea Popolo e Libertà. E così mentre sulla Legge di Stabilità vengono presentati emendamenti per limitare l'accesso alla cittadinanza italiana ai discendenti degli italiani emigrati all'estero, continua Giovanardi, si vuole imporre al Parlamento una legge che rende automatico l'accesso alla cittadinanza italiana anche se dopo la nascita in Italia non si vive, non si conosce nulla della nostra lingua né della nostra storia né dei nostri principi Costituzionali. In un Paese serio i bambini degli emigranti e le loro famiglie, conclude Giovanardi, non devono essere usati strumentalmente o presi in giro con falsi attestati di cittadinanza, ma coinvolti in un dibattito vero e sincero sui diritti e i doveri di chi vuole diventare cittadino italiano. 
Leggi il contenuto... (75 letture)


SE PADRE E MADRE VENGONO UCCISI

Leggi il contenuto... (77 letture)


Biotestamento: Giovanardi, Quagliariello, Roccella, stop fiducia
Biotestamento: Giovanardi, Quagliariello, Roccella, stop fiducia 
(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Matteo Renzi, alla fine della legislatura, pur essendo fuori dal governo, scavalca per l?ennesima volta Gentiloni e vuole mettere la fiducia anche sul testamento biologico, come ha fatto già per le unioni civili. Lo affermano i parlamentari Carlo Giovanardi, Eugenia Roccella e Gaetano Quagliariello. "Per puri calcoli di schieramento è disposto a far passare, senza alcun rispetto per la libertà di coscienza dei parlamentari, una legge che apre all'eutanasia, tanto da rendere possibili in Italia casi di vera e propria eutanasia di stato come quello del piccolo Charlie Gard in Inghilterra", proseguono. Con questa legge è infatti possibile sospendere idratazione e alimentazione anche a persone non in fase terminale- persone dunque che moriranno di disidratazione e denutrizione, e non per la propria patologia- e il medico non si può opporre, poichè non è prevista l'obiezione di coscienza. In situazioni di contenzioso, sarà' un giudice che decidera' se interrompere o meno i sostegni vitali, anche contro la volontà dei genitori, com'è accaduto appunto ai coniugi Gard. La convenzione internazionale sulla disabilità, recepita dal nostro paese, vieta di sospendere acqua e cibo alle persone disabili, incapaci ed agli anziani non autosufficienti, e persino alle piante non viene negata l'acqua, elemento necessario alla sopravvivenza. Noi parlamentari di Idea- popolo e libertà, ci batteremo in ogni modo contro una legge ideologica, ingiusta, che colpisce fondamentali principi di solidarietà e umanità. (ANSA). 
Leggi il contenuto... (75 letture)


PERCHE I GIORNALISTI ITALIANI NON POSSONO ACCEDERE ALLA DOCUMENTAZIONE SU F-35

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-08384

Atto n. 4-08384

Pubblicato il 15 novembre 2017, nella seduta n. 908
GIOVANARDI , COMPAGNA , MALAN - Al Ministro della difesa.

Premesso che:

l'aereo F-35 è un caccia avanzato di "quinta generazione", con caratteristiche innovative di bassa osservabilità (cosiddetta stealth), di raccolta, fusione e distribuzione dati a operatori in aria e sulla superficie e, infine, di capacità autonoma di colpire eventuali minacce;

 

l'Italia ha aderito al programma sin dalle prime fasi, in vista della necessità di sostituire con gli F-35 i caccia Tornado (primo volo: 1974), AMX (primo volo: 1984) e AV-8B (primo volo: 1981) in servizio con l'Aeronautica militare e la Marina militare;

la complessità e le innovazioni hanno reso lo sviluppo dell'F-35 molto costoso, con polemiche sull'aumento dei costi, che però, secondo la Corte dei conti, non hanno riguardato l'Italia;

in Italia tali polemiche provengono soprattutto da sinistra, e persino dall'interno del PD, partito di riferimento del Ministro in indirizzo;

i primi risultati di servizio sono al contrario assai positivi, tanto che gli Stati Uniti li hanno già schierati in prima linea contro la Corea del Nord;

premesso ulteriormente che:

le polemiche sul programma F-35 hanno da tempo indotto il Ministro ad avocare a sé la comunicazione, restringendo il rilascio di informazioni anche di pubblico dominio;

la linea ministeriale è stata imposta alle singole forze armate, alle industrie italiane partecipanti al programma e persino alla capocommessa statunitense;

il silenzio ministeriale si è tradotto nella sistematica esclusione della stampa italiana, specializzata e non, dai principali eventi del programma nazionale, contrariamente a quanto fatto da altri Paesi partecipanti al programma quali Regno Unito, Olanda, Norvegia e Israele;

importanti traguardi, quali la prima consegna all'Aeronautica militare, la prima traversata dell'Atlantico in assoluto (5 febbraio 2016) e il primo volo del primo F-35B a decollo verticale costruito fuori degli USA (24 ottobre 2017) sono stati resi noti dal Ministero solo diversi giorni dopo che la notizia era già apparsa sui social media e la stampa internazionale;

nella primavera 2017 il gabinetto del Ministro ha più volte annunciato e rinviato un seminario sull'F-35 con analisti e giornalisti, per poi annullarlo;

il 25 giugno 2017 gli F-35 italiani hanno debuttato nella manifestazione aerea a Grosseto, trasmessa dal servizio pubblico RAI senza mai citarli neppure quando volavano in formazione con altri velivoli militari italiani ed erano dunque riconoscibili da parte di tutti;

l'atteggiamento di chiusura mediatica è stato più volte rimarcato da esperti di difesa e giornalisti, indipendentemente dalla loro posizione favorevole o contraria;

autorevoli esperti quali l'ex capo di Stato maggiore della difesa e vice presidente dello IAI (Istituto affari internazionali), generale Vincenzo Camporini, attribuiscono il silenzio al timore di perdere voti in periodo preelettorale (come si legge su un articolo del "Corriere della Sera" del 28 ottobre 2017); 

la relazione della Corte dei conti sulla partecipazione italiana al programma industriale F-35 sottolinea come essa sconti un "costo dell'incertezza" legato al timore che il modesto supporto politico si traduca in un'uscita dal programma;

premesso infine che, per quanto risulta agli interroganti:

la rete televisiva privata "La7" ha più volte espresso, nei suoi programmi informativi, ostilità nei confronti del programma F-35;

nel luglio 2017 ha annunciato la ripresa del programma "Atlantide - Storie di uomini e di mondi", affidato al giornalista Andrea Purgatori;

Purgatori ha una notoria collocazione politica, che si evince anche dalla condirezione del settimanale "Left" e dalla collaborazione con "l'Unità"; 

è noto per il ruolo nel creare e diffondere l'idea che il DC-9 Itavia caduto a Ustica il 27 giugno 1980, con la morte delle 81 persone a bordo, sia stato vittima di una battaglia aerea;

l'ipotesi della battaglia aerea di Ustica è stata sposata, con decine di variazioni, dall'infinita inchiesta del giudice istruttore, ma smentita nei tre gradi del processo penale principale e in tutti quelli penali da esso scaturiti per stralcio di posizioni o per filoni secondari;

Purgatori ha spesso espresso certezze non sostenute da evidenze, descrivendo fake news quali: 1) la toilette del DC-9 "ripescata intatta", come si legge in un articolo del "Huffington post" del 27 giugno 2017, come prova dell'inesistenza della bomba, quando in dibattimento a) è stato esibito il lavello in acciaio ridotto a un ammasso metallico irriconoscibile e b) in due simulazioni su tre effettuate al balipedio di Ghedi (Brescia) la tavoletta del water è sopravvissuta intatta all'esplosione di una carica posta nel simulacro della toilette (Brandimarte, Ibisch, Kolla, "Relazione di perizia balistico-esplosivistica sull'incivolo DC-9 Itavia", 14 aprile 1994, pagine 33-5); 2) la presenza nei cieli toscani di "un intercettore F-104S della base di Grosseto con a bordo i due ufficiali piloti", notoriamente monoposto; dalle risultanze dibattimentali si trattava invece di tre addestratori TF-104G, biposto, ma disarmati; 3) la registrazione da parte del radar di Poggio Ballone (Grosseto) di tracce di caccia francesi decollati dalla base di Solenzara (in Corsica), non documentata in atti e mai emersa in dibattimento; tutte le tracce nella zona tra la Corsica, l'Elba e Grosseto sono state regolarmente identificate e dimostrate non aver nulla a che fare con il DC-9; 4) una battaglia aerea, citata dal giudice istruttore nell'ordinanza di rinvio a giudizio ma smentita dai suoi periti del collegio radaristico Dalle Mese ("in una area di circa 50-60 miglia intorno al luogo dell'incidente sia i sistemi radar della difesa aerea che quelli civili non evidenziano tracce di altri aerei significativi per l'incidente", relazione DDT del 16 giugno 1997, Parte IX, conclusioni e risposte ai quesiti, pag. 7);

Purgatori ha continuato a scrivere di "battaglia aerea" senza alcun riguardo per le limpide risultanze dei procedimenti penali;

come risulta confrontando gli articoli scritti per gli anniversari di Ustica del 2016 e 2017, Purgatori continua a creare fake news annunciando inesistenti novità dalla magistratura,

si chiede di sapere:

se sia vero che il nuovo programma "Atlantide" di "La7" dedicherà una puntata all'F-35;

se, qualora ciò fosse vero, il Ministro in indirizzo abbia autorizzato Andrea Purgatori o i suoi collaboratori ad accedere a basi e infrastrutture per realizzare una puntata sull'F-35;

se, in particolare, riprese siano state effettuate sulla base di Amendola (Foggia), sede del 32° Stormo, lunedì 6 novembre 2017;

se, qualora ciò fosse avvenuto, quali valutazioni siano state fatte riguardo all'opportunità di far comunicare un programma tanto controverso ad una persona protagonista di quella che agli interroganti risulta una sistematica falsificazione delle conclusioni dei processi penali;

se sulla valutazione del Ministro abbia influito la comune appartenenza a un'area politica;

qualora dal servizio di Purgatori dovessero emergere critiche non documentate all'F-35 e alla partecipazione italiana, se ciò possa essere interpretato dalla controparte americana come conferma dell'inaffidabilità dell'Italia, rendendo più difficile l'acquisizione di ulteriori commesse.

in caso contrario, se l'accesso consentito a Purgatori debba ritenersi indicativo di una mutata politica di comunicazione sul programma e, in particolare, se il Ministro intenda consentire ad altri giornalisti, fotografi, cineoperatori di testate specializzate e non di accedere ad Amendola con analoga libertà di movimento e di scrittura, senza timore di conseguenze professionali.

Leggi il contenuto... (77 letture)


Giustizia: Giovanardi, comm. convochi Minniti su legge Fiano
Giustizia: Giovanardi, comm. convochi Minniti su legge Fiano 
(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Ho chiesto questa mattina in commissione Giustizia, durante la discussione generale del Disegno di legge Fiano, già approvato dalla Camera dei Deputati, l'audizione del Ministro degli Interni Marco Minniti". Così in una nota il senatore Carlo Amedeo Giovanardi. "La proposta Fiano, come è noto, intende sanzionare con la reclusione da sei mesi a due anni chiunque propagandi i contenuti propri del partito fascista anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti. La maggioranza infatti ha motivato la necessità di approvare questa legge per contrastare l'attività in Italia di gruppi che si ispirano alla ideologia fascista e ricorrono a veri e propri metodi violenti: poiché le norme vigenti permettono già di reprimere questi atteggiamenti eversivi è doveroso che il ministro dell'Interno venga a relazionare su questa supposta emergenza e cosa viene fatto per reprimerla. Rimane un mistero che cosa c'entri il pericolo di rinascita del partito fascista con una proposta che si pone l'obiettivo di colpire la diffusione e la vendita di milioni di oggetti retaggio di venti anni della storia del nostro paese". (ANSA).
Leggi il contenuto... (64 letture)


MDENA 2-3 DICEMBRE 2017

Leggi il contenuto... (109 letture)


'IDEA? DI GIOVANARDI, CONVEGNO IN CITTA'

Leggi il contenuto... (160 letture)


Giovanardi, test medicina omofobo? Media fanno oscurantismo
Giovanardi, test medicina omofobo? Media fanno oscurantismo 
(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "E' stata lanciata la bufala gigantesca di questo test omofobo e il ministro Fedeli è intervenuto com'è intervenuto, poi il Professor Andrea Lenzi (Presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita) ha spiegato che il test è correttissimo e che il quesito era di tipo statistico e demografico. Lenzi ha spiegato che il test è inserito in dati sociologici e statistici che riguardano gli anziani, le donne incinte, gli obesi e le varie patologie che come noto sono diverse. Chi fa medicina deve sapere che ci sono patologie che sono collegate a diversi stili di vita". Così il senatore di "idea" Carlo Giovanardi commenta le polemiche sul test di medicina definito "omofobo" a Radio Cusano Campus. "I media, che il giorno prima erano rimasti alle affermazioni del ministro che diceva che chi ha sbagliato doveva essere punito, non solo non hanno dato la notizia delle dichiarazioni di Lenzi, ma non hanno più parlato di questo argomento. Siamo in una fase di oscurantismo totale, con la scusa del politicamente corretto", aggiunge. "L'informazione italiana dovrebbe vergognarsi - prosegue Giovanardi - perché chi ha letto quella notizia è ancora convinto che l'Università italiana sia omofoba. Con la storia del politicamente corretto si cerca di censurare anche le cose che i medici devono giustamente fare". "Gli obesi - conclude - sono persone stimabilissime, ma è evidente che un obeso è più a rischio di alcune patologie rispetto a chi è magro. Se vogliamo metterla sul piano sessuale, ci sono patologie legate al sesso che riguardano gli eterosessuali. Quando Micheal Douglas va in una clinica per disintossicarsi dal sesso, non è che dice che gli eterosessuali sono malati, però è vero che ci sono patologie collegate a forme maniacali che devono essere curate. La domanda del test diceva: secondo voi in Italia quante sono in percentuale le persone omosessuali? Quante volte loro sono venuti in commissione a dire che non sono il 2% della popolazione ma sono molti di più! Faccio un altro esempio: adesso vengono in Italia milioni di immigrati che portano nuove malattie quindi chi si preoccupa della salute pubblica dovrà programmare delle cattedre nelle università per formare medici che sappiano curare anche queste patologie".(ANSA).
Leggi il contenuto... (82 letture)


Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina
Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina
(ANSA) - ROMA, 17 NOV - "Un incredibile polverone è stato innescato dalle solite associazioni gay fondamentaliste, con enorme rilievo mediatico, per un supposto inserimento della omosessualità come malattia nei test di ammissione alla facoltà di medicina". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi. "In realtà come ha subito precisato il professore Andrea Lenzi, Presidente della Conferenza dei presidi dei collegi didattici dei corsi di laurea di medicina che redige i test, "la domanda 'quale delle seguenti percentuali rappresenta la migliore stima del verificarsi dell'omosessualità nell'uomo: A) .5% -1%; B) 2% -3%; 5%- 10%; D) 15% -20%; E) 25% - 30%' è di tipo statistico-demografico inserito nell'ambito del questionario sulle scienze di base (tra cui la statistica, la demografia e la sociologia)" mentre "i questionari riguardanti le malattie si sono svolti in un altro momento ed in un contesto diverso - continua Lenzi - qualsiasi altra interpretazione del quesito in questione è destituita da ogni altro fondamento ed è frutto esclusivamente di una non informazione sulla struttura e sulla modalità di esecuzione del progress test". Nella trappola delle surreali accuse era caduta anche la Ministra Valeria Fedeli che aveva chiesto che la domanda venisse eliminata, definendo incredibile e inaccettabile che la omosessualità sia stata inserita nella categoria delle malattie e aveva auspicato una adeguata sanzione per chi ha aveva redatto il test, con una entrata a gamba tesa sulla autonomia universitaria". "Dopo la nota di Lenzi, che nessuno ha pubblicato con la lodevole eccezione del sito Gay Post e del quotidiano La Verità, la bufala mediatica lanciata da fanatici ultras gay è sparita all'orizzonte senza che nessuno si sia degnato nelle centinaia di giornali, riviste, agenzie, trasmissioni televisive, social web che avevano ingigantito la denuncia, di informare come stanno effettivamente le cose con una subalternità a quello che ritengono il "politicamente corretto" che fa davvero paura", conclude Giovanardi. (ANSA). 
Leggi il contenuto... (144 letture)


Senato: Giovanardi propone insindacabilità per Taverna (M5S)
Era stata querelata per diffamazione da Ignazio Marino (ANSA) - ROMA, 16 NOV - "Nella seduta della Giunta delle Autorizzazioni del Senato di mercoledì 15 novembre, nella mia qualità di relatore, ho proposto che la Giunta stessa dichiari insindacabili le dichiarazioni svolte dalla senatrice del M5S Paola Taverna, querelata per diffamazione a mezzo stampa dall'ex sindaco di Roma Ignazio Marino". Lo annuncia Carlo Giovanardi di Idea. "La senatrice Taverna - spiega - infatti aveva già sviluppato in precedenza con interventi in Aula e atti di sindacato ispettivo analoghe critiche alle passate amministrazioni capitoline e ai sindaci pro tempore, Marino compreso, per le quali non può essere chiamata a rispondere in base all'art. 68 primo comma della Costituzione Ricordo che la stessa senatrice, in una lettera inviata alla presidenza della Giunta, dopo aver premesso che la posizione del Gruppo M5S è di non chiedere l'applicazione dell'art. 68 della Costituzione a tutela dei propri appartenenti, ha invitato la Giunta a pronunciarsi 'nel rispetto dell'uniformità dei criteri decisionali e dell' imparzialità della propria azione al fine di assicurare agli esponenti di tutte le rappresentanze politiche parità di trattamento e di azione altrimenti esponendosi essa stessa a censura'".
Leggi il contenuto... (83 letture)


S. Donnino: «Complanarina di Modena, ok. Ma questo progetto è da cambiare»

Residenti e attività della zona di via Medicine: «L’impatto sarà devastante: salvate le case,Villa Lonardi e le attività »
di Stefano Luppi

MODENA.  Gli abitanti del borgo San Donnino - La Busa, a metà tra i territori di Modena e Spilamberto e a un passo dal casello di Modena Sud, scendono in piazza contro la decisione del Consiglio dei ministri di dare il via libera alla nascita della ormai nota “complanarina”. La strada, di cui si parla da anni, collegherà la tangenziale di Modena all’altezza dello svincolo 12 a Cantone di Mugnano con il casello autostradale e servirà ad alleggerire il traffico che nell’area è quotidiano.

Sulla infrastruttura anche la quarantina di persone che ieri ha protestato - davanti alla villa liberty Lonardi anch’essa “ferita” dalla futura strada - è d’accordo, ma molti non accettano alcune modalità.

 

Tra queste, soprattutto la costruzione di un muro in cemento a due passi dalla villa sede anche del noto film “Novecento” con Robert De Niro. E gli aderenti all’associazione “La Busa” non accettano neppure che il muro finisca per dividere a metà via Medicine che ora collega via Vignolese con la località, né che sia deviato il torrente Nizzola che passa nei pressi, né che sia creata in futuro una “servitù di passaggio” sempre sui terreni di villa Lonardi per consentire a una decina di famiglie di non restare isolate per la Complanarina.

Ma andiamo con ordine. Venerdì il Consiglio dei ministri ha detto sì alla nuova strada, by-passando il no della Soprintendenza alla strada che passerà in un “angolo” tutelato del terreno di villa Lonardi. Nel 2016, in conferenza dei servizi, tutti avevano detto sì a parte la Soprintendenza e per questo gli enti locali erano ricorsi a Palazzo Chigi che di fatto ha deciso a livello politico, facendo prevalere l’interesse generale, a quello che era stato sconsigliato a livello tecnico dal soprintendente.

«La strada di collegamento tra Modena e il casello dell’A1 è indispensabile - spiega Mariangela Grosoli, presidente della associazione La Busa via Medicine - ma tutto ciò va fatto nel rispetto dei residenti, del territorio e della villa. Al momento non c’è alcuna traccia di progetti alternativi, lo dicono le carte: si è ritenuto di non fare, ad esempio, la Valutazione di impatto ambientale e quindi non si stanno rispettando tutte le norme. Da oltre 4 anni proviamo a parlare, ma le istituzioni non ci ascoltano e non sono mai venuti a spiegarci. È indispensabile arrivare a questo scempio? Non si tratta di spostare altrove, ma di mettersi intorno al tavolo e ragionare».

A questa battaglia di salvaguardia, iniziata anni fa dall’ambientalista Gaetano Galli, hanno aderito in tanti tra cui anche Luciano Guerri, titolare della trattoria La Busa: «Dopo il sottopasso ci sarà subito il muro a dieci metri: la villa sarà chiusa e poi sarà necessario uno stradello nuovo a due passi dalla villa stessa per accedere a un borgo di dieci famiglie che non potrà restare isolato.

Si arrampicano sugli specchi». Ieri alla marcia dei contrari al progetto - pagato da Società autostrade e voluto da Regione ed enti locali - erano presenti anche alcuni politici. Il senatore di Idea Carlo Giovanardi insieme al consigliere comunale Luigia Santoro, il consigliere regionale del M5S Giulia Gibertoni e il consigliere di Per Me Modena Marco Chincarini che sostiene la giunta Muzzarelli. «Mercoledì - spiega Gibertoni - faremo una interrogazione in Regione: l’Emilia Romagna assiste passivamente e aveva detto sì solo con il via libera alle autorizzazioni paesaggistiche della Soprintendenza. Che dice: no»

Per Giovanardi: «Il problema dei problemi è che la strada impatterà con un gioiello affrescato, una villa vincolata già ristretta dalla autostrada. Per rimuovere il vincolo c’è voluto il Consiglio dei ministri, ma oggi non può esserci la mancanza di sensibilità di 50 anni fa». Per il sindaco Gian Carlo Muzzarelliinvece la costruzione della Companarina è «Una opera fondamentale perché prevalgono le ragioni di interesse generale del territorio e per questo vanno ringraziati il governo e il senatore Stefano Vaccari che ha seguito il procedimento».

Leggi il contenuto... (160 letture)


SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA
SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA 
(DIRE) Roma, 11 nov. - "Poiche' le menzogne ripetute piu' volte rischiano di diventare realta' indiscutibili basta fare due conti per dimostrare che le affermazioni dello sconfitto Cinque Stelle Cancelleri sono prive di ogni fondamento politico, logico e matematico. Il neo Presidente Nello Musumeci e' stato eletto infatti con circa 85.000 voti, IL 4%, in piu' di Cancelleri. Le preferenze conseguite dai 19 candidati 5 stelle eletti sono state 147827 contro le 238466 preferenze conseguite dai 29 eletti nelle liste che appoggiavano Musumeci. La differenza e' di circa 90.000 preferenze in piu' conseguite dai 29 candidati del centrodestra che per alterare il risvolto delle elezioni avrebbero dovuto essere tutti comprati. Siamo evidentemente difronte a ipotesi folli che servono soltanto per infangare la Sicilia e l'Italia in tutta Europa e in tutto il Mondo". Lo dice il senatore Carlo Giovanardi.
Leggi il contenuto... (101 letture)


Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante

Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante 

(ANSA) - ROMA, 10 NOV - "Avrà pure usato una frase infelice Don Lorenzo Guidotti, della quale ha fatto bene a scusarsi, ma nella sostanza ha perfettamente ragione nel denunciare la cultura dello sballo e spiace che troppi abbiano cercato di fargli fare la fine del grillo parlante. Ricorderete infatti che il grillo parlante sgrida Pinocchio chiamandolo "povero grulloncello" e gli pronostica o "l'ospedale o la prigione" quando il burattino gli spiega di volere nella vita "mangiare, bere, dormire, divertirsi e fare dalla mattina alla sera la vita del vagabondo". Poi come racconta Collodi il povero grillo parlante rimane stecchito e appiccicato alla parete, colpito da un martello scagliato da un Pinocchio tutto infuriato per essere stato chiamato "testa di legno". Morale della favola i veri amici Pinocchio non erano i tanti Lucignolo, che lo spingevano verso la rovina, ma il fastidioso grillo parlante dalla cui parte mi schiero con convinzione". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi. (ANSA). PH 10-NOV-17 12:33 NNN

Leggi il contenuto... (130 letture)


INTERDITTIVE ANTIMAFIA? AVEVO RAGIONE IO

Leggi il contenuto... (232 letture)


MALAGO' APRE, SPORT PER TUTTI
 
Leggi il contenuto... (59 letture)


Da: L'OCCIDENTALE on line
Leggi il contenuto... (120 letture)


4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti
4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti 
(ANSA) - ROMA, 4 NOV - "Il demenziale deturpamento del monumento dei caduti in occasione del 4 novembre nel Parco delle Rimembranze è una grave offesa ai modenesi che persero la vita in quella terribile guerra, per ognuno dei quali venne a suo tempo piantato un albero a memoria perenne del loro sacrificio". Lo afferma Carlo Giovanardi, senatore di Idea Popolo e Libertà. "Definire "assassini in festa" - prosegue - chi ricorda i soldati caduti in tutte le guerre e nelle missioni di pace è un miserabile insulto alle istituzioni e alla pietà cristiana i cui responsabili auspichiamo possano essere presto identificati".(ANSA).
Leggi il contenuto... (121 letture)


GRASSO, 'RAGAZZO DI SINISTRA' CHE NON E' MAI RIUSCITO A ESSERE IMPARZIALE

Leggi il contenuto... (310 letture)


L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA
L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA
(DIRE) Roma, 3 nov. - "Il governo e la maggioranza ogni giorno di piu' sembrano una squadra in affanno che nei tempi supplementari prova a ribaltare una partita largamente persa. E' legittimo, ma non si deve esagerare se non si vogliono infliggere ulteriori ferite alle istituzioni. A tal proposito si farebbe bene a ricordare i danni causati al Paese da riforme come quella del Titolo V, approvate in zona Cesarini solo a fine di propaganda elettorale". Lo dice Gaetano QUAGLIARIELLO, capogruppo di 'Federazione della Liberta' - Idea' in Senato. "Ogni giorno- prosegue- sentiamo ventilare, anche da esponenti di governo di primissimo piano, nuove fiducie: ius soli, testamento biologico, nuove norme sul cognome, previsione di nuovi reati di opinione e chi piu' ne ha piu' ne metta. Questa legislatura e' nata con l'intento di scrivere delle riforme condivise e una nuova legge elettorale. Con la odierna promulgazione del rosatellum la legislatura si e' virtualmente conclusa. Da oggi in poi bisognerebbe metter mano solo a provvedimenti urgenti e largamente condivisi. Se non sara' questo l'intendimento della maggioranza- conclude QUAGLIARIELLO- ne prenderemo atto e annuncio a nome di tutti i componenti del gruppo 'Federazione della Liberta' - Idea' che porteremo avanti con tutti gli strumenti che il regolamento ci consente l'opposizione piu' intransigente possibile". (Com/Anb/ Dire)
Leggi il contenuto... (141 letture)


Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

GiovanardiCarlo

Abbiamo il piacere d’informarvi che ieri martedì 31 ottobre 2017 in commissione giustizia al Senato, è stato approvato l’emendamento presentato dal Senatore Carlo Giovanardi che ha cancellato dal DL 2863 relativo a Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale già approvato dalla Camera, il punto relativo al nuovo articolo 518 sexies sull’illecita detenzione di beni culturali, che stabiliva che:

“fuori dei casi di ricettazione, chiunque detiene un bene culturale sapendo della sua provenienza illecita è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni con la multa sino ad Euro 20.000”.

Le recenti vicende relative ai sequestri ed a i conseguenti Procedimenti Penali a carico di detentori di documenti postali, che le sovraintendenze ritenevano essere di proprietà del demanio dello stato, fanno capire quanto pericolosa, terroristica ed arbitraria sarebbe stata questa ipotesi di delitto inserita nel codice penale, soprattutto dopo l’emanazione da parte della Direzione Generale Archivi della famosa nuova circolare che dovrebbe aver chiarito, la differenza tra possesso lecito ed illecito.

A seguito di questa apertura da parte del Governo il Senatore Carlo Giovanardi ha ritirato gli altri emendamenti presentati ad eccezione di due sui quali insisterà in aula perché vengano accolti, visto che comunque il provvedimento dovrà ritornare alla camera dopo la cancellazione dell’ articolo 518 sexies.

Il primo riguarda il “danneggiamento, deturpamento, imbrattamento e uso illecito di beni culturali o paesaggistici” nella parte che punisce con la reclusione sino a 2 anni questa fattispecie anche quando non vi sia dolo ma soltanto imprudenza o negligenza nella loro conservazione: per esempio un bambino che deturpa o strappa un libro antico, un’infiltrazione d’acqua o un incendio che rovina o distrugge un quadro sino alla ruggine che può aggredire una collezione di valore storico. In tutti questi casi al danno per il collezionista si aggiungerebbe anche la beffa del procedimento penale a suo carico.

Il secondo è relativo al sostegno all’emendamento del Senatore Caliendo che prevede giustamente che tutti i nuovi reati, non facciano riferimento soltanto al concetto di bene culturale senza darne una definizione, ma richiamino esplicitamente il codice dei beni culturali in vigore, che nelle varie fattispecie di beni culturali da tutelare circoscrive la tutela al particolare interesse storico, al notevole pregio etc, per non estendere la tutela e la relativa norma incriminatrice a decine di milioni di oggetti di scarso valore in possesso dei privati.

Una buona notizia anche se la strada da percorre per vedere i nostri diritti salvaguardati è ancora lunga ed un doverosa grazie al Senatore Carlo Giovanardi che con il Gruppo di Modena rappresenta la parte più attiva nella difesa i noi collezionisti.

Claudio Ernesto Manzati
Presidente CIFO


Leggi il contenuto... (187 letture)


VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SEN. GIOVANARDI IN DIREZIONE NAZIONALE DEL PDL




 
Leggi il contenuto... (2443 letture)


GIOVANARDI A TUSCANIA PER LANCIARE LIBERATI

Leggi tutto L'articolo, da "Nuovo Viterbo Oggi" del 27 maggio 2009
Leggi il contenuto... (2723 letture)


''QUOZIENTE FAMILIARE ENTRO LA LEGISLATURA''
FAMIGLIA CRISTIANA-
INTERVISTA CON IL SOTTOSEGRETARIO CARLO GIOVANARDI
Leggi il contenuto... (3361 letture)



   Sede di ROMA
 
Clicca qui per leggere i recapiti della nuova sede dei Popolari Liberali
 
 

   Adesione
   
 

   Referenti
 

 
 

   Bacheca
 
Orietta: 💣 *CAMPAGNA DI MAIL BOMBING* 💣 &#...
DE MATTEIS COSIMO : Caro Senatore, da anni la stimo sia come politi...
cosimo de matteis, brindisi : L’uscita di Giovanardi da NCD –non una scelta capo...

Scrivi/leggi i messaggi sulla nostra bacheca
(2590 messaggi presenti)
 
 

   Old Articles
 
Tuesday, 31 October
· Stragi'93: Giovanardi, accuse a Berlusconi infamanti e lunari
· GLI ANIMALI SONO AMATI, IL CIRCO E' CASA LORO: SALVIAMO A TRADIZIONE
Saturday, 28 October
· DIRE NEWS
· GAZZETTA DI MODENA ONLINE DEL 28.10.2017
Friday, 27 October
· Catalogna: Giovanardi, avventurieri la tengono in ostaggio
· DA: IL RESTO DEL CARLINO ED. MODENA DEL 27 OTTOBRE 2017
Thursday, 26 October
· INTERVENTO SENATORE GIOVANARDI RIGUARDO ALLA LEGGE ELETTORALE - CIRCOSCRIZIONI E
· INTERVENTO IN AULA DISCRIMINAZIONE DEI RAGAZZI DI UNA SCUOLA NON PARIFICATA
· CANNABIS TERAPEUTICA, SCONTRO PINI - GIOVANARDI
· PER VOI NIENTE GARE, L'ISTITUTO DEL PARROCO ESCLUSO PER UN CAVILLO

Articoli Vecchi
 
 

   Link consigliati
 
 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site