News ed Eventi
 
Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina

Senato: Giovanardi propone insindacabilità per Taverna (M5S)

S. Donnino: «Complanarina di Modena, ok. Ma questo progetto è da cambiare»

SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA

Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante

INTERDITTIVE ANTIMAFIA? AVEVO RAGIONE IO

MALAGO' APRE, SPORT PER TUTTI

Da: L'OCCIDENTALE on line

4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti

GRASSO, 'RAGAZZO DI SINISTRA' CHE NON E' MAI RIUSCITO A ESSERE IMPARZIALE

L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA

Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

Stragi'93: Giovanardi, accuse a Berlusconi infamanti e lunari

GLI ANIMALI SONO AMATI, IL CIRCO E' CASA LORO: SALVIAMO A TRADIZIONE

DIRE NEWS

GAZZETTA DI MODENA ONLINE DEL 28.10.2017

Catalogna: Giovanardi, avventurieri la tengono in ostaggio

DA: IL RESTO DEL CARLINO ED. MODENA DEL 27 OTTOBRE 2017

INTERVENTO SENATORE GIOVANARDI RIGUARDO ALLA LEGGE ELETTORALE - CIRCOSCRIZIONI E

INTERVENTO IN AULA DISCRIMINAZIONE DEI RAGAZZI DI UNA SCUOLA NON PARIFICATA

CANNABIS TERAPEUTICA, SCONTRO PINI - GIOVANARDI

PER VOI NIENTE GARE, L'ISTITUTO DEL PARROCO ESCLUSO PER UN CAVILLO

L. ELETTORALE. GIOVANARDI: MODALITÀ FIDUCIA VERGOGNA SENZA PRECEDENTI

L.elettorale: 'Idea', incostituzionale su alternanza genere

Scuola, Giovanardi: la San Paolo di Parma estromessa dai campionati

SCUOLA, GIOVANARDI (IDEA): NO A DISCRIMINAZIONE IN CAMPIONATI STUDENTI

Cannabis: Giovanardi, Roberti rispetti Parlamento e Gratteri

IL LIBRO DEL NONNO SARA' BENE CULTURALE

RENZI VUOLE DEMOLIRE ANCHE IL SERVIZIO CIVILE

L. ELETTORALE: GIOVANARDI (IDEA): PARACADUTATO LUCIDI ECCITA ALL'ODIO


Archivio news
 
 


Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina
Gay: Giovanardi, vergognosa bufala su test facoltà Medicina
(ANSA) - ROMA, 17 NOV - "Un incredibile polverone è stato innescato dalle solite associazioni gay fondamentaliste, con enorme rilievo mediatico, per un supposto inserimento della omosessualità come malattia nei test di ammissione alla facoltà di medicina". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi. "In realtà come ha subito precisato il professore Andrea Lenzi, Presidente della Conferenza dei presidi dei collegi didattici dei corsi di laurea di medicina che redige i test, "la domanda 'quale delle seguenti percentuali rappresenta la migliore stima del verificarsi dell'omosessualità nell'uomo: A) .5% -1%; B) 2% -3%; 5%- 10%; D) 15% -20%; E) 25% - 30%' è di tipo statistico-demografico inserito nell'ambito del questionario sulle scienze di base (tra cui la statistica, la demografia e la sociologia)" mentre "i questionari riguardanti le malattie si sono svolti in un altro momento ed in un contesto diverso - continua Lenzi - qualsiasi altra interpretazione del quesito in questione è destituita da ogni altro fondamento ed è frutto esclusivamente di una non informazione sulla struttura e sulla modalità di esecuzione del progress test". Nella trappola delle surreali accuse era caduta anche la Ministra Valeria Fedeli che aveva chiesto che la domanda venisse eliminata, definendo incredibile e inaccettabile che la omosessualità sia stata inserita nella categoria delle malattie e aveva auspicato una adeguata sanzione per chi ha aveva redatto il test, con una entrata a gamba tesa sulla autonomia universitaria". "Dopo la nota di Lenzi, che nessuno ha pubblicato con la lodevole eccezione del sito Gay Post e del quotidiano La Verità, la bufala mediatica lanciata da fanatici ultras gay è sparita all'orizzonte senza che nessuno si sia degnato nelle centinaia di giornali, riviste, agenzie, trasmissioni televisive, social web che avevano ingigantito la denuncia, di informare come stanno effettivamente le cose con una subalternità a quello che ritengono il "politicamente corretto" che fa davvero paura", conclude Giovanardi. (ANSA). 
Leggi il contenuto... (88 letture)


Senato: Giovanardi propone insindacabilità per Taverna (M5S)
Era stata querelata per diffamazione da Ignazio Marino (ANSA) - ROMA, 16 NOV - "Nella seduta della Giunta delle Autorizzazioni del Senato di mercoledì 15 novembre, nella mia qualità di relatore, ho proposto che la Giunta stessa dichiari insindacabili le dichiarazioni svolte dalla senatrice del M5S Paola Taverna, querelata per diffamazione a mezzo stampa dall'ex sindaco di Roma Ignazio Marino". Lo annuncia Carlo Giovanardi di Idea. "La senatrice Taverna - spiega - infatti aveva già sviluppato in precedenza con interventi in Aula e atti di sindacato ispettivo analoghe critiche alle passate amministrazioni capitoline e ai sindaci pro tempore, Marino compreso, per le quali non può essere chiamata a rispondere in base all'art. 68 primo comma della Costituzione Ricordo che la stessa senatrice, in una lettera inviata alla presidenza della Giunta, dopo aver premesso che la posizione del Gruppo M5S è di non chiedere l'applicazione dell'art. 68 della Costituzione a tutela dei propri appartenenti, ha invitato la Giunta a pronunciarsi 'nel rispetto dell'uniformità dei criteri decisionali e dell' imparzialità della propria azione al fine di assicurare agli esponenti di tutte le rappresentanze politiche parità di trattamento e di azione altrimenti esponendosi essa stessa a censura'".
Leggi il contenuto... (58 letture)


S. Donnino: «Complanarina di Modena, ok. Ma questo progetto è da cambiare»

Residenti e attività della zona di via Medicine: «L’impatto sarà devastante: salvate le case,Villa Lonardi e le attività »
di Stefano Luppi

MODENA.  Gli abitanti del borgo San Donnino - La Busa, a metà tra i territori di Modena e Spilamberto e a un passo dal casello di Modena Sud, scendono in piazza contro la decisione del Consiglio dei ministri di dare il via libera alla nascita della ormai nota “complanarina”. La strada, di cui si parla da anni, collegherà la tangenziale di Modena all’altezza dello svincolo 12 a Cantone di Mugnano con il casello autostradale e servirà ad alleggerire il traffico che nell’area è quotidiano.

Sulla infrastruttura anche la quarantina di persone che ieri ha protestato - davanti alla villa liberty Lonardi anch’essa “ferita” dalla futura strada - è d’accordo, ma molti non accettano alcune modalità.

 

Tra queste, soprattutto la costruzione di un muro in cemento a due passi dalla villa sede anche del noto film “Novecento” con Robert De Niro. E gli aderenti all’associazione “La Busa” non accettano neppure che il muro finisca per dividere a metà via Medicine che ora collega via Vignolese con la località, né che sia deviato il torrente Nizzola che passa nei pressi, né che sia creata in futuro una “servitù di passaggio” sempre sui terreni di villa Lonardi per consentire a una decina di famiglie di non restare isolate per la Complanarina.

Ma andiamo con ordine. Venerdì il Consiglio dei ministri ha detto sì alla nuova strada, by-passando il no della Soprintendenza alla strada che passerà in un “angolo” tutelato del terreno di villa Lonardi. Nel 2016, in conferenza dei servizi, tutti avevano detto sì a parte la Soprintendenza e per questo gli enti locali erano ricorsi a Palazzo Chigi che di fatto ha deciso a livello politico, facendo prevalere l’interesse generale, a quello che era stato sconsigliato a livello tecnico dal soprintendente.

«La strada di collegamento tra Modena e il casello dell’A1 è indispensabile - spiega Mariangela Grosoli, presidente della associazione La Busa via Medicine - ma tutto ciò va fatto nel rispetto dei residenti, del territorio e della villa. Al momento non c’è alcuna traccia di progetti alternativi, lo dicono le carte: si è ritenuto di non fare, ad esempio, la Valutazione di impatto ambientale e quindi non si stanno rispettando tutte le norme. Da oltre 4 anni proviamo a parlare, ma le istituzioni non ci ascoltano e non sono mai venuti a spiegarci. È indispensabile arrivare a questo scempio? Non si tratta di spostare altrove, ma di mettersi intorno al tavolo e ragionare».

A questa battaglia di salvaguardia, iniziata anni fa dall’ambientalista Gaetano Galli, hanno aderito in tanti tra cui anche Luciano Guerri, titolare della trattoria La Busa: «Dopo il sottopasso ci sarà subito il muro a dieci metri: la villa sarà chiusa e poi sarà necessario uno stradello nuovo a due passi dalla villa stessa per accedere a un borgo di dieci famiglie che non potrà restare isolato.

Si arrampicano sugli specchi». Ieri alla marcia dei contrari al progetto - pagato da Società autostrade e voluto da Regione ed enti locali - erano presenti anche alcuni politici. Il senatore di Idea Carlo Giovanardi insieme al consigliere comunale Luigia Santoro, il consigliere regionale del M5S Giulia Gibertoni e il consigliere di Per Me Modena Marco Chincarini che sostiene la giunta Muzzarelli. «Mercoledì - spiega Gibertoni - faremo una interrogazione in Regione: l’Emilia Romagna assiste passivamente e aveva detto sì solo con il via libera alle autorizzazioni paesaggistiche della Soprintendenza. Che dice: no»

Per Giovanardi: «Il problema dei problemi è che la strada impatterà con un gioiello affrescato, una villa vincolata già ristretta dalla autostrada. Per rimuovere il vincolo c’è voluto il Consiglio dei ministri, ma oggi non può esserci la mancanza di sensibilità di 50 anni fa». Per il sindaco Gian Carlo Muzzarelliinvece la costruzione della Companarina è «Una opera fondamentale perché prevalgono le ragioni di interesse generale del territorio e per questo vanno ringraziati il governo e il senatore Stefano Vaccari che ha seguito il procedimento».

Leggi il contenuto... (126 letture)


SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA
SICILIA. GIOVANARDI: M5S VOGLIONO SOLO INFANGARE ISOLA E ITALIA 
(DIRE) Roma, 11 nov. - "Poiche' le menzogne ripetute piu' volte rischiano di diventare realta' indiscutibili basta fare due conti per dimostrare che le affermazioni dello sconfitto Cinque Stelle Cancelleri sono prive di ogni fondamento politico, logico e matematico. Il neo Presidente Nello Musumeci e' stato eletto infatti con circa 85.000 voti, IL 4%, in piu' di Cancelleri. Le preferenze conseguite dai 19 candidati 5 stelle eletti sono state 147827 contro le 238466 preferenze conseguite dai 29 eletti nelle liste che appoggiavano Musumeci. La differenza e' di circa 90.000 preferenze in piu' conseguite dai 29 candidati del centrodestra che per alterare il risvolto delle elezioni avrebbero dovuto essere tutti comprati. Siamo evidentemente difronte a ipotesi folli che servono soltanto per infangare la Sicilia e l'Italia in tutta Europa e in tutto il Mondo". Lo dice il senatore Carlo Giovanardi.
Leggi il contenuto... (72 letture)


Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante

Minore denuncia stupro: Giovanardi, sto con grillo parlante 

(ANSA) - ROMA, 10 NOV - "Avrà pure usato una frase infelice Don Lorenzo Guidotti, della quale ha fatto bene a scusarsi, ma nella sostanza ha perfettamente ragione nel denunciare la cultura dello sballo e spiace che troppi abbiano cercato di fargli fare la fine del grillo parlante. Ricorderete infatti che il grillo parlante sgrida Pinocchio chiamandolo "povero grulloncello" e gli pronostica o "l'ospedale o la prigione" quando il burattino gli spiega di volere nella vita "mangiare, bere, dormire, divertirsi e fare dalla mattina alla sera la vita del vagabondo". Poi come racconta Collodi il povero grillo parlante rimane stecchito e appiccicato alla parete, colpito da un martello scagliato da un Pinocchio tutto infuriato per essere stato chiamato "testa di legno". Morale della favola i veri amici Pinocchio non erano i tanti Lucignolo, che lo spingevano verso la rovina, ma il fastidioso grillo parlante dalla cui parte mi schiero con convinzione". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi. (ANSA). PH 10-NOV-17 12:33 NNN

Leggi il contenuto... (99 letture)


INTERDITTIVE ANTIMAFIA? AVEVO RAGIONE IO

Leggi il contenuto... (201 letture)


MALAGO' APRE, SPORT PER TUTTI
 
Leggi il contenuto... (33 letture)


Da: L'OCCIDENTALE on line
Leggi il contenuto... (94 letture)


4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti
4 novembre: Giovanardi, demenziale deturpamento monumenti 
(ANSA) - ROMA, 4 NOV - "Il demenziale deturpamento del monumento dei caduti in occasione del 4 novembre nel Parco delle Rimembranze è una grave offesa ai modenesi che persero la vita in quella terribile guerra, per ognuno dei quali venne a suo tempo piantato un albero a memoria perenne del loro sacrificio". Lo afferma Carlo Giovanardi, senatore di Idea Popolo e Libertà. "Definire "assassini in festa" - prosegue - chi ricorda i soldati caduti in tutte le guerre e nelle missioni di pace è un miserabile insulto alle istituzioni e alla pietà cristiana i cui responsabili auspichiamo possano essere presto identificati".(ANSA).
Leggi il contenuto... (98 letture)


GRASSO, 'RAGAZZO DI SINISTRA' CHE NON E' MAI RIUSCITO A ESSERE IMPARZIALE

Leggi il contenuto... (281 letture)


L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA
L. ELETTORALE. QUAGLIARIELLO: CON PROMULGAZIONE LEGISLATURA FINITA
(DIRE) Roma, 3 nov. - "Il governo e la maggioranza ogni giorno di piu' sembrano una squadra in affanno che nei tempi supplementari prova a ribaltare una partita largamente persa. E' legittimo, ma non si deve esagerare se non si vogliono infliggere ulteriori ferite alle istituzioni. A tal proposito si farebbe bene a ricordare i danni causati al Paese da riforme come quella del Titolo V, approvate in zona Cesarini solo a fine di propaganda elettorale". Lo dice Gaetano QUAGLIARIELLO, capogruppo di 'Federazione della Liberta' - Idea' in Senato. "Ogni giorno- prosegue- sentiamo ventilare, anche da esponenti di governo di primissimo piano, nuove fiducie: ius soli, testamento biologico, nuove norme sul cognome, previsione di nuovi reati di opinione e chi piu' ne ha piu' ne metta. Questa legislatura e' nata con l'intento di scrivere delle riforme condivise e una nuova legge elettorale. Con la odierna promulgazione del rosatellum la legislatura si e' virtualmente conclusa. Da oggi in poi bisognerebbe metter mano solo a provvedimenti urgenti e largamente condivisi. Se non sara' questo l'intendimento della maggioranza- conclude QUAGLIARIELLO- ne prenderemo atto e annuncio a nome di tutti i componenti del gruppo 'Federazione della Liberta' - Idea' che porteremo avanti con tutti gli strumenti che il regolamento ci consente l'opposizione piu' intransigente possibile". (Com/Anb/ Dire)
Leggi il contenuto... (115 letture)


Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

GiovanardiCarlo

Abbiamo il piacere d’informarvi che ieri martedì 31 ottobre 2017 in commissione giustizia al Senato, è stato approvato l’emendamento presentato dal Senatore Carlo Giovanardi che ha cancellato dal DL 2863 relativo a Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale già approvato dalla Camera, il punto relativo al nuovo articolo 518 sexies sull’illecita detenzione di beni culturali, che stabiliva che:

“fuori dei casi di ricettazione, chiunque detiene un bene culturale sapendo della sua provenienza illecita è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni con la multa sino ad Euro 20.000”.

Le recenti vicende relative ai sequestri ed a i conseguenti Procedimenti Penali a carico di detentori di documenti postali, che le sovraintendenze ritenevano essere di proprietà del demanio dello stato, fanno capire quanto pericolosa, terroristica ed arbitraria sarebbe stata questa ipotesi di delitto inserita nel codice penale, soprattutto dopo l’emanazione da parte della Direzione Generale Archivi della famosa nuova circolare che dovrebbe aver chiarito, la differenza tra possesso lecito ed illecito.

A seguito di questa apertura da parte del Governo il Senatore Carlo Giovanardi ha ritirato gli altri emendamenti presentati ad eccezione di due sui quali insisterà in aula perché vengano accolti, visto che comunque il provvedimento dovrà ritornare alla camera dopo la cancellazione dell’ articolo 518 sexies.

Il primo riguarda il “danneggiamento, deturpamento, imbrattamento e uso illecito di beni culturali o paesaggistici” nella parte che punisce con la reclusione sino a 2 anni questa fattispecie anche quando non vi sia dolo ma soltanto imprudenza o negligenza nella loro conservazione: per esempio un bambino che deturpa o strappa un libro antico, un’infiltrazione d’acqua o un incendio che rovina o distrugge un quadro sino alla ruggine che può aggredire una collezione di valore storico. In tutti questi casi al danno per il collezionista si aggiungerebbe anche la beffa del procedimento penale a suo carico.

Il secondo è relativo al sostegno all’emendamento del Senatore Caliendo che prevede giustamente che tutti i nuovi reati, non facciano riferimento soltanto al concetto di bene culturale senza darne una definizione, ma richiamino esplicitamente il codice dei beni culturali in vigore, che nelle varie fattispecie di beni culturali da tutelare circoscrive la tutela al particolare interesse storico, al notevole pregio etc, per non estendere la tutela e la relativa norma incriminatrice a decine di milioni di oggetti di scarso valore in possesso dei privati.

Una buona notizia anche se la strada da percorre per vedere i nostri diritti salvaguardati è ancora lunga ed un doverosa grazie al Senatore Carlo Giovanardi che con il Gruppo di Modena rappresenta la parte più attiva nella difesa i noi collezionisti.

Claudio Ernesto Manzati
Presidente CIFO


Leggi il contenuto... (161 letture)


Stragi'93: Giovanardi, accuse a Berlusconi infamanti e lunari
(ANSA) - ROMA, 31 OTT - "Chiunque ha vissuto in Parlamento e nel Paese il drammatico biennio 1992/1994 ed ha un minimo di buon senso ed intelligenza critica, sa che è semplicemente demenziale ipotizzare che il crollo dei partiti della prima Repubblica e la nascita di Forza Italia siano stati favoriti da un accordo fra la mafia e Silvio Berlusconi, con tanto di bombe e strage di innocenti". Lo afferma in una nota Carlo Giovanardi di Idea Popolo e Libertà. "Siamo di fronte all'ennesima incursione pre-elettorale della Magistratura nella dialettica democratica, con una perdita di prestigio della Magistratura stessa - conclude Giovanardi - quando sembra possa dare credito ad accuse tanto infamanti quanto lunari".
Leggi il contenuto... (126 letture)


GLI ANIMALI SONO AMATI, IL CIRCO E' CASA LORO: SALVIAMO A TRADIZIONE

Leggi il contenuto... (158 letture)


DIRE NEWS

Leggi il contenuto... (115 letture)


GAZZETTA DI MODENA ONLINE DEL 28.10.2017

Modena. «Gli animali al circo sono coccolati»

Il senatore Carlo Giovanardi difende gli spettacoli circensi: «Certi estremisti vogliono solo impaurire bimbi e genitori»

Carlo Giovanardi: "Chi lavora nel circo ama gli animali come e più degli animalisti”


CLICCA L'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO

"". E’ ora di finirla perché nei circhi gli animali sono coccolati mentre tra gli animalisti c’è chi magari trasforma il proprio gatto in un vegano"".Cosìil senatore Carlo Giovanardi insieme a due rappresentanti del circo - Valeria Valeriu e Mirella Damian Valeriu, e  al presidente dell’Ente nazionale circhi e al veterinario Claudio Aimone. L’occasione è servita per ribadire, da parte dei presenti, la loro contrarietà a un circo senza animali. Video di Diego Poluzzi

MODENA. «Gli animalisti estremisti che non vogliono gli animali nei circhi - attacca il senatore di Idea Carlo Giovanardi - cercano di intimidire genitori e bambini che vanno per assistere a questi spettacoli. È ora di finirla perché nei circhi gli animali sono coccolati mentre tra gli animalisti c’è chi magari trasforma il proprio gatto in un vegano». Ieri il senatore modenese ex democristiano ha convocato presso il suo ufficio in centro a Modena due rappresentanti del circo - Valeria Valeriu e Mirella Damian Valeriu, questa ultima ex compagna della ginnasta Nadia Comaneci con la quale scappò dalla Romania di Ceausescu nel 1976 - insieme al presidente dell’Ente nazionale circhi e al veterinario Claudio Aimone. L’occasione è servita per ribadire, da parte dei presenti, la loro contrarietà a un circo senza animali. Ieri sera alle 19, infatti, una delegazione degli animalisti ha protestato davanti all’area-circhi in via Divisione Acqui proprio per la presenza di uno spettacolo che utilizza animali.

«Due anni fa - spiega Giovanardi - gli animalisti attaccarono anche me - mentre libertà vuole dire che ognuno fa quel che crede a patto che gli animali non soffrano. C’è chi tiene gli animali domestici chiusi in appartamento, oppure c’è chi li cavalca: si potranno anche esibire nei circhi, dove sono coccolati e controllati». Ribadiscono il concetto Valeria Valeriu e Mirella Damian Valeriu, trapeziste e animal trainer al David Roscoe Orfei: «Noi circensi veniamo discriminati perché lavoriamo con gli animali, ma io ci convivo e li amo. Noi e gli animali portiamo gioia e felicità con la nostra arte e gli amici a quattro zampe non soffrono: di recente uno studio dell’Università di Cagliari ha calcolato che a livello comportamentale e metabolico gli animali stanno bene. Ci sono tutte le prove, l’ormone dello stress è a livelli normali e tigri, leoni, eleganti stanno bene perché da generazioni nascono in cattività. Sono esseri senzienti che si affezionano all’uomo e soffrono quando li si porta via: quando sono anziani gli animali restano con noi, proprio come accade con le persone». Gli animalisti preferirebbero che i circhi, attività che soffre non poco per una serie di motivi, esistessero senza animali anche se il veterinario Aimone assicura controlli.

«Sono specializzato - dice il medico - in animali da zoo e posso dire che almeno gli animali del circo David Roscoe sono trattati molto bene. Dal punto di vista sanitario sono animali perfetti, equilibrati e spesso gli animalisti citano studi che non c’entrano. Se è stressato un topo da laboratorio non è detto lo sia un animale che si esibisce al circo». Chiude il dirigente Buccioni: «Il pubblico oggi sta spesso in casa, nella caverna iperconnessa del terzo millennio, e il circo soffre. Ma è importante perché vive di pubblico pagante e parla al popolo. Mi pare che gli animalista vogliano impedire una libera scelta».

Stefano Luppi 

Leggi il contenuto... (157 letture)


Catalogna: Giovanardi, avventurieri la tengono in ostaggio
Catalogna: Giovanardi, avventurieri la tengono in ostaggio 
(ANSA) - ROMA, 27 OTT - "La Catalogna è stata presa in ostaggio da un gruppo di avventurieri che ha proclamato l'indipendenza e la Repubblica avendo alle spalle non più del 38% del voto referendario dei catalani". Lo afferma il senatore Carlo Giovanardi, di Idea Popolo e Libertà". "Principi democratici, rispetto della Costituzione spagnola e legalità - conclude Giovanardi - stanno tutti dalla parte di Rajoy e del Parlamento di Madrid che rappresenta tutta la Spagna, Catalogna compresa". (ANSA). 
Leggi il contenuto... (124 letture)


DA: IL RESTO DEL CARLINO ED. MODENA DEL 27 OTTOBRE 2017

Leggi il contenuto... (206 letture)


INTERVENTO SENATORE GIOVANARDI RIGUARDO ALLA LEGGE ELETTORALE - CIRCOSCRIZIONI E

Leggi il contenuto... (250 letture)


INTERVENTO IN AULA DISCRIMINAZIONE DEI RAGAZZI DI UNA SCUOLA NON PARIFICATA

Leggi il contenuto... (250 letture)


CANNABIS TERAPEUTICA, SCONTRO PINI - GIOVANARDI

Leggi il contenuto... (447 letture)


PER VOI NIENTE GARE, L'ISTITUTO DEL PARROCO ESCLUSO PER UN CAVILLO

Leggi il contenuto... (431 letture)


L. ELETTORALE. GIOVANARDI: MODALITÀ FIDUCIA VERGOGNA SENZA PRECEDENTI
(DIRE) 0, 24 ott. - "Al di la' dei contenuti della legge elettorale, la questione di fiducia posta dal governo prima della discussione generale del provvedimento, e' una vergogna senza precedenti". Lo dice il senatore Carlo GIOVANARDI (Idea Popolo e Liberta'), che spiega: "Si tratta infatti di una forzatura che svuota totalmente il principio della dialettica parlamentare riducendo a zero un confronto che puo' apparire una mera formalita' ma che salvaguardia almeno la finzione che gli argomenti proposti possano comunque orientare le decisioni finali dell'Aula".
Leggi il contenuto... (422 letture)


L.elettorale: 'Idea', incostituzionale su alternanza genere
L.elettorale: "Idea", incostituzionale su alternanza genere 
(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Intervenendo sulle pregiudiziali di costituzionalità relative alla nuova legge elettorale, il senatore Carlo Giovanardi di IDEA Popolo e Libertà, ha ricordato come "nel 1995 la Corte Costituzionale cassò quella parte del Mattarellum, il sistema con il quale si votò nel 1994, che riguardava l'obbligo di alternanza nelle liste proporzionali tra uomini e donne, in quanto in palese violazione degli artt. 3 e 51 della Costituzione". "Malgrado la Corte Costituzionale non abbia mai cambiato opinione su tale questione - ha aggiunto - nel testo approvato dalla Camera dei deputati viene riproposto l'obbligo dell' alternanza di genere a pena di inammissibilità della presentazione della lista". "Questo significa in pratica - ha continuato Giovanardi - che se in una circoscrizione è capolista una donna, al secondo posto non può andare un'altra donna anche se eccezionalmente brava e preparata, ma esclusivamente un uomo anche se totalmente inadeguato e viceversa se capolista è un uomo". "Sarebbe come sostenere - conclude il senatore di Idea Popolo e libertà - che nelle democrazie consolidate come quelle degli Stati Uniti, i due senatori eletti da ogni Stato debbano essere per legge un uomo e una donna senza lasciare ai cittadini del Texas o dell'Ohio di scegliere liberamente le persone, uomini o donne che siano, da cui si sentono meglio rappresentati". (ANSA).

PER LEGGERE L'INTERO INTERVENTO, CLICCA SU: LEGGI IL CONTENUTO!
Leggi il contenuto... (385 letture)


Scuola, Giovanardi: la San Paolo di Parma estromessa dai campionati

DA “REPUBBLICA.IT-PARMA DEL 24/10/2017

Scuola, Giovanardi: la San Paolo di Parma estromessa dai campionati

 

"Odiosa discriminazione nei confronti di ragazzi che frequentano le scuole private"

 

 


24 ottobre 2017

Interpellanza del senatore Carlo Giovanardi (Idea) al Miur denunciando una "odiosa discriminazione" nell'organizzazione dei campionati studenteschi, dai quali rileva che rimangono del tutto esclusi i ragazzi degli istituti privati non paritari.

Giovanardi riporta il caso della scuola San Paolo di Parma, esclusa dagli uffici locali del Miur nonostante si fosse offerta di farsi carico di "ogni compenso o rimborso spese per i ragazzi e per gli accompagnatori". Al Ministro Fedeli ha chiesto iniziative "per cancellare un'odiosa discriminazione nei confronti di ragazzi, cittadini italiani e ragazzi extracomunitari, che frequentano le scuole private".

Nell'interpellanza Giovanardi "saluta con soddisfazione l'iniziativa del Ministro dello Sport Luca Lotti di consentire ai giovani extracomunitari di iscriversi alle società sportive italiane e poter così partecipare ai campionati. Mentre, viceversa - spiega - il Miur con atto 0004897 della Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione, ufficio V° Politiche Sportive e Scolastiche,

 ha riservato la partecipazione ai campionati studenteschi soltanto agli studenti delle istituzioni scolastiche di I° e II° grado, statali e paritarie, escludendo i ragazzi iscritti a scuole private non paritarie".

In base a questo atto, la scuola privata non paritaria San Paolo di Parma si è vista respingere "la richiesta di partecipare ai campionati studenteschi, che non comporterebbe nessun onere a carico dello Stato"

 

Leggi il contenuto... (312 letture)


SCUOLA, GIOVANARDI (IDEA): NO A DISCRIMINAZIONE IN CAMPIONATI STUDENTI
SCUOLA, GIOVANARDI (IDEA): NO A DISCRIMINAZIONE IN CAMPIONATI STUDENTI 
(9Colonne) Roma, 23 ott - In un'interpellanza indirizzata al ministro dell'Istruzione, il senatore Carlo GIOVANARDI (Idea Popolo e Libertà) chiede al ministro Fedeli quali iniziative intenda "immediatamente intraprendere per cancellare un'odiosa discriminazione nei confronti di ragazzi, cittadini italiani e ragazzi extracomunitari, che frequentano le scuole private". Nell'interpellanza GIOVANARDI saluta con soddisfazione l'iniziativa del ministro dello Sport Luca Lotti di consentire ai giovani extracomunitari di iscriversi alle società sportive italiane e poter così partecipare ai campionati. Mentre lamenta che, viceversa, il Miur con atto 0004897 della Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione, ufficio V Politiche Sportive e Scolastiche, ha riservato la partecipazione ai campionati studenteschi soltanto agli studenti delle istituzioni scolastiche di primo e secondo grado, statali e paritarie, escludendo i ragazzi iscritti a scuole private non paritarie. GIOVANARDI segnala in particolare che la scuola non paritaria San Paolo di Parma si è vista respingere dal Miur di Parma la richiesta di partecipare ai campionati studenteschi, cosa che, sottolinea il senatore, "non comporterebbe nessun onere a carico dello Stato, perché ogni compenso o rimborso spese per i ragazzi e per gli accompagnatori sarebbe a carico della scuola San Paolo". 
Leggi il contenuto... (225 letture)


Cannabis: Giovanardi, Roberti rispetti Parlamento e Gratteri
ROMA, 22 OTT - "Qualcuno avverta il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti che la Camera ha appena bocciato la sua proposta di resa senza condizioni dello Stato sul fronte della lotta alla diffusione delle droghe e in particolare della cannabis". Lo dichiara il senatore Carlo Giovanardi di Idea Popolo e Libertà, che per anni ha avuto la responsabilità del Dipartimento Antidroga dei Governi Berlusconi. Prima dell'estate, continua Giovanardi, "il Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, audito in Commissione Antimafia, ha spiegato in maniera dettagliata e esaustiva come la legalizzazione della cannabis, non soltanto dilaterebbe a dismisura il consumo, con drammatiche conseguenze di tipo socio sanitario, ma sarebbe un vero regalo per la criminalità organizzata che ne trarrebbe soltanto benefici, a meno che non si sostenga la follia di legalizzare il consumo anche per i minorenni. Non c'è dubbio - conclude Giovanardi - che il Procuratore Nazionale Antimafia, dopo la decisione del Parlamento e l'autorevole opinione espressa da Procuratori in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata, abbia perso un'ottima occasione per dimostrare un minimo di rispetto per le Istituzioni". (ANSA). CHI 22-OTT-17 17:04 
Leggi il contenuto... (401 letture)


IL LIBRO DEL NONNO SARA' BENE CULTURALE

Leggi il contenuto... (165 letture)


RENZI VUOLE DEMOLIRE ANCHE IL SERVIZIO CIVILE

Leggi il contenuto... (163 letture)


L. ELETTORALE: GIOVANARDI (IDEA): PARACADUTATO LUCIDI ECCITA ALL'ODIO
PARACADUTATO LUCIDI ECCITA ALL'ODIO (DIRE) Roma, 12 ott. - "Un certo Stefano Lucidi, paracadutato dal M5S al Senato della Repubblica, si e' esercitato oggi in un miserabile esercizio di incitazione all'odio suscitando entusiasmi ed applausi dalla folla grillina radunata davanti a Montecitorio". Lo dice il senatore di Idea Carlo GIOVANARDI, che aggiunge: "Ricordo al paracadutato che sono stato eletto consigliere comunale prima e poi regionale e poi parlamentare per la DC nella rossa Emilia Romagna, sempre con le preferenze, proprio negli anni in cui il grande protettore nonche' capo di questo Lucidi, il pregiudicato Beppe Grillo, si beccava una condanna passata in giudicato per omicidio plurimo colposo, per un incidente stradale nel quale per sua responsabilita' persero la vita marito, moglie e il loro figlio di 9 anni: con questi precedenti- conclude GIOVANARDI- consiglio ai seminatori di odio, che non si vergognano di indicare gli avversari politici come bersagli da abbattere, un minimo di serieta' e sobrieta'". (Com/Pol/ Dire) 19:47 12-10-17 NNNN
Leggi il contenuto... (167 letture)


VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SEN. GIOVANARDI IN DIREZIONE NAZIONALE DEL PDL




 
Leggi il contenuto... (2426 letture)


GIOVANARDI A TUSCANIA PER LANCIARE LIBERATI

Leggi tutto L'articolo, da "Nuovo Viterbo Oggi" del 27 maggio 2009
Leggi il contenuto... (2706 letture)


''QUOZIENTE FAMILIARE ENTRO LA LEGISLATURA''
FAMIGLIA CRISTIANA-
INTERVISTA CON IL SOTTOSEGRETARIO CARLO GIOVANARDI
Leggi il contenuto... (3344 letture)



   Sede di ROMA
 
Clicca qui per leggere i recapiti della nuova sede dei Popolari Liberali
 
 

   Adesione
   
 

   Referenti
 

 
 

   Bacheca
 
Orietta: 💣 *CAMPAGNA DI MAIL BOMBING* 💣 &#...
DE MATTEIS COSIMO : Caro Senatore, da anni la stimo sia come politi...
cosimo de matteis, brindisi : L’uscita di Giovanardi da NCD –non una scelta capo...

Scrivi/leggi i messaggi sulla nostra bacheca
(2590 messaggi presenti)
 
 

   Old Articles
 
Thursday, 12 October
· L.ELETTORALE. NAPOLITANO IL PIU' FISCHIATO DALLA PIAZZA
Wednesday, 11 October
· MINIMIZZAZIONE, GIOVANARDI (IDEA): NORMA LIBERTICIDA
· IN ITALIA SI MUORE POCHISSIMO PER DROGA
· APPROVATA LA LEGGE CHE IMBAVAGLIA IL PENSIERO
Tuesday, 10 October
· Colombo: Giovanardi, con mozione solidali comunità italo-Usa
· L. europea:Giovanardi, Art. 5, se
· Distruzione Statue di Cristoforo Colombo.
· PENSIERO UNICO LIBERTICIDA PER LEGGE
Sunday, 08 October
· Barcellona: Giovanardi, centro destra appoggi unità della Spagna
· USA: FI-PD-IDEA ALLEATI IN SENATO, GIU' LE MANI DALLE STATUE DI COLOMBO

Articoli Vecchi
 
 

   Link consigliati
 
 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site