News ed Eventi
 
DDL SPETTACOLO. GIOVANARDI: SCONFITTI ANIMALISTI MA NORME PASTICCIATE

Ddl spettacolo: Franceschini,circhi? Si può riformulare norma

LE OPINIONI E I VOTI ESPRESSI DAI PARLAMENTARI NELL’ESERCIZIO DELLE LORO FUNZION

ADOZIONI E UTERO IN AFFITTO: LA NOSTRA BATTAGLIA CONDIVISA ANCHE DA OMOSESSUALI

CIRCHI: GIOVANARDI "GOVERNO E BRAMBILLA LI CONDANNANO A MORTE"

Ddl spettacolo: Giovanardi, no animali circo incostituzionale

Cuomo: Giovanardi, miserabile mascalzonata dei 5 stelle

CASI IRREGOLARI E CONFUSIONE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI

PROSSIMI APPUNTAMENTI SEN. CARLO GIOVANARDI

IL SECOLO D'ITALIA del 7 settembre 2017

SEN. GIOVANARDI INTERVIENE SU LA 7

Usa: Giovanardi, in Senato mozione Idea su statue Colombo

DOVE SI E' FATTA LA STORIA

Stupri Rimini: Giovanardi, Minniti deve espellere mediatore

Sull'immigrazione l'Italia paga una politica dell'accoglienza indiscriminata

Minori albanesi: Giovanardi,governo intervenga, caso surreale

Sgombero migranti: Giovanardi, solidali con polizia e migranti

Sgombero migranti: Giovanardi, solidali con polizia e migranti

Da: PANORAMA del 24 agosto 2017

Ius soli: Giovanardi, dibattito sia intellettualmente onesto

GAZZETTA DI MODENA 21.08.2017

Migranti: Ius soli; Giovanardi, smascherare gli imbroglioni

BISOGNA MOBILITARSI ANCHE PER LORO, NON ESISTONO CITTADINI DI SERIE B

RICORDIAMO IL MAZZONI CON UN FRANCOBOLLO

SERVONO VERITA' E GIUSTIZIA ANCHE PER I MORTI DI DACCA

Regeni: Giovanardi, battaglia civilta' per lui e i nove di Dacca

INTERVISTA DI CARLO GIOVANARDI A

INTERVISTA A CARLO GIOVANARDI

Migranti: Giovanardi, non tutti i cattolici con Delrio

DA: HUFFINGTONPOST.IT


Archivio news
 
 


USTICA. GIOVANARDI: CARTE ANCORA COPERTE DA SEGRETO, UNA VERGOGNA

USTICA. GIOVANARDI: CARTE ANCORA COPERTE DA SEGRETO, UNA VERGOGNA 
(DIRE) Roma, 21 giu. - A 37 anni dalla strage di Ustica non c'e' una verita' ufficiale da parte dello Stato italiano sul disastro aereo in cui persero la vita 81 persone il 27 giugno 1980. Lo testimonia la risposta che il segretario generale dell'Icao, Fang Liu, l'organismo internazionale con sede in Canada che tutela la sicurezza del volo, ha inviato alla signora Giuliana de' Faveri Tron Cavazza, che nel disastro aereo ha perduto la mamma e che un mese fa aveva scritto all'Icao per sapere se l'Italia ha ottemperato al dovere internazionale di chiarire in un rapporto finale le cause dell'incidente aereo. Nella lettera, resa pubblica dal senatore Carlo GIOVANARDI durante una conferenza stampa presso la sede della stampa estera, il segretario generale risponde alla signora, che il governo italiano non ha mai inviato quel rapporto. "L'invio del documento- spiega GIOVANARDI- e' un atto dovuto da parte dei governi, perche' solo determinando le cause dei disastri aerei e' stato possibile negli ultimi decenni fare passi avanti decisivi per la sicurezza di volo. Purtroppo l'Icao ha detto che l'Italia e' inadempiente. Non solo non e' mai arrivato il rapporto finale sulla tragedia di Ustica, ma anche il sollecito che il segretario generale dell'Icao ha fatto verso il rappresentate italiano dell'organismo, Marco Riccardo Rusconi, finora non ha avuto risposta". E cosi', continua il senatore di Idea, "da una parte abbiamo le prove delle commissioni tecniche del processo penale che hanno determinato che e' stata una bomba esplosa in una toilette di bordo a causare l'abbattimento dell'aereo e dall'altra tutti i film e gli sceneggiati tv, i racconti di fantascienza dei vari giornalisti che imperverseranno anche questo 27 giugno malgrado il processo penale abbia determinato con certezza che non c'e' stata nessuna battaglia area e nessun missile lanciato. Ed e' una vergogna che dopo 37 anni i documenti dell'epoca siano ancora coperti da segreto". A ricostruire tutte le vicende di quella tragedia ancora oggi senza colpevoli e' il libro ''Ustica. Storia e Controstoria'', edito da Koine' Nuove Edizioni e scritto da Eugenio Baresi, gia' segretario della commissione stragi della XII legislatura, che, giunto alla seconda ristampa. Il libro e' stato presentato durante la conferenza stampa presso la sede della Stampa Estera. Al dibattito, organizzato da Carlo GIOVANARDI, hanno partecipato, oltre all'autore, il giornalista e storico Gregory Alegi e Franco Bonazzi, esperto aeronautico. Baresi sottolinea che "dopo 37 anni i documenti dell'epoca sono ancora coperti da segreto e continuano a circolare sui media, compresa la tv di Stato, fantasiose ricotruzioni su missili inesistenti e battaglie aeree inventate che la Cassazione penale ha bollato come da fantascienza, mentre una commissione costituita da 11 esperti internazionali, fra cui inglesi, svedesi e tedeschi, ha determinato con certezza nell'esplosione di una bomba la causa dell'incidente. Nel libro- continua l'autore- sono raccontate 29 storie diverse per raccontare la fantomatica versione della battaglia aerea. Non e' che noi vogliamo avere ragione. Noi abbiamo ragione perche' i fatti e una sentenza ci danno ragione. Quello che e' successo ha due responsabili: l'ignavia dello Stato italiano e la complicita' dei media italiani nel raccontare il falso". GIOVANARDI conclude: "Io mi indigno come parlamentare italiano perche' dall'Egitto abbiamo ritirato il nostro ambasciatore per il caso Reggeni e su Ustica, dopo 37 anni, abbiamo ancora le carte coperte da segreto. Il 27 giugno sentiremo come al solito gli appelli solenni del presidente della Repubblica e dei presidenti di Camera e Senato affinche' si faccia chiarezza, ma poi nessuno fara' niente. Io mi aspetto che il documento votato all'unanimita' dal Senato, che invita il governo a rendere pubbliche le carte ancora segrete che risalgono al 1979-1980, venga soddisfatto. Le cose che ancora non sono divulgate devono essere messe a conoscenza dell'opinione pubblica". 

 
   Vota l'articolo
 
Punteggio medio: 5
Voti: 4


Per cortesia spendi un secondo per votare questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
 

   Opzioni
 
 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site