News ed Eventi
 
ADOZIONI: GIOVANARDI, CATASTROFICA GESTIONE DELLA COMMISSIONE P.CHIGI

Interrogazione Giovanardi-Quagliariello su mafia nigeriana

CONVEGNO PALAZZO EUROPA-MO VENERDI' 23/02/2018

DA "IL RESTO DEL CARLINO" DEL 13/02/2018

SICUREZZA. GIOVANARDI: FORZE DELL'ORDINE AGGREDITE O PROCESSATE

IL SERVIZIO CIVILE, RESTI VOLONTARIO

FONDI VERSATI PER L'ASSEGNO DI GIOVANARDI

Uranio: Giovanardi, esercito vittima aggressione ideologica

UNIONI CIVILI. GIOVANARDI: SINDACO DI VERONA HA PERFETTAMENTE RAGIONE

Macerata: Giovanardi, scenario di Italia lacerata e in crisi

DA L'OCCIDENTALE ON LINE

ELEZIONI POLITICHE 2018, MODENA PRESENTAZIONE CANDIDATI NOI PER L'ITALIA

CASO PEDOFILI ANCORA IN PARLAMENTO. 'VERIFICARE IL RUOLO DEI SERVIZI SOCIALI'

Modena, Lorenzin debutta da candidato alla festa del patrono San Geminiano

FAZZETTA DI MODENA 1 FEBBRAIO 2018

Pedofilia: Giovanardi, interrogazione a premier su 'Veleno'

ELEZIONI. GIOVANARDI: QUALCUNO SPIEGHI CANDIDATURA LUCASELLI NEL CD

Elezioni: Giovanardi, spot Lorenzin dentro a una chiesa

INTERVISTA AL SEN. CARLO GIOVANARDI A MATRIX DEL 30 GENNAIO 2018

'VELENO' Modena 25.01.2018

OMOFOBIA: GIOVANARDI, MEDIA AMPLIFICANO FALSA AGGRESSIONE SIRACUSA

IN CELLA INNOCENTE, AZIENDA DISTRUTTA. L'IMPRENDITORE: STRAPOTERE DEI PM

Lega: Giovanardi,Bongiorno votò sfiducia governo Berlusconi

CASO PEDOFILI: DOVEROSO PRENDERE ATTO DEGLI ERRORI

"MESSAGGIO CULTURALE DIVISIVO", I GIOVANARDIANI CONTRO LA CITTADINANZA ONORARIA

ROMA E I RIFIUTI, I GUAI PARTONO DA LONTANO

LA VERITÀ: INTERVISTA A MIRELA DAMIAN VALERIU

VELENO: LO SCANDALO DEI FALSI ABUSI DELLA BASSA MODENESE

REBUBBLICA BOLOGNA 06.01.2018

OMOFOBIA, GENDER, CANNABIS: LA BATTAGLIA CHE VERRA'


Archivio news
 
 


ADOZIONI E UTERO IN AFFITTO: LA NOSTRA BATTAGLIA CONDIVISA ANCHE DA OMOSESSUALI

Trascriviamo di seguito l’articolo scritto da Alessandro Santini, consigliere comunale di Viareggio, che ha partecipato alla tavola rotonda di Matera sul tema: "nuovi diritti o nuove pretese?"



Sono il primo a rispettare le idee degli altri, tutti gli altri. Ma le idee e le proposte della sinistra sull'argomento omosessualità non vanno considerate in automatico come quelle di tutti gli omosessuali: una persona di centrodestra come me non si riconosce in tutte quelle battaglie.
Sabato, a Matera, ho iniziato da qui il mio intervento al dibattito “Nuovi diritti o nuove pretese?”, uno degli appuntamenti della festa nazionale di “IDEA – Popolo e Libertà” al quale sono stato invitato dal senatore Carlo Giovanardi, che ringrazio. Con lui, Francesco Agnoli, Assuntina Morresi e Marina Terragni ho avuto l'opportunità di confrontarmi su un tema di cui il centrodestra non ha mai parlato più di tanto. Non perché non esistano persone omosessuali di centrodestra ma perché, per quello che ho visto e vissuto, oggi la mia parte politica non fa dell'omosessualità un problema. A differenza della sinistra che, spesso e a ripetizione, ha usato e strattonato questo argomento per poi abbandonare tutto quando, politicamente, non ne aveva più bisogno.

Essere gay non significa essere di sinistra né, tantomeno, condividere a priori tutte le richieste prodotte dalla sinistra. Soprattutto su certe tematiche, a partire da quella delle adozioni.
L'amore non ha orientamento sessuale e, a Matera, ho ribadito con forza che i diritti civili connessi e connaturali a questo sentimento devono essere riconosciuti a tutti. Con altrettanta convinzione, però, ho detto (e sempre sostenuto) che la pretesa di una coppia omosessuale di essere “famiglia” con bambini è una prevaricazione di questi diritti: i bambini lasciamoli fuori. Chi tenta di prevaricare un diritto in nome della ricerca di quella presunta “normalità” che non riesce a trovare in se stesso, pecca solo di egoismo. Non è facendo di tutto per adottare un bambino che una coppia omosessuale può superare i suoi drammi personali e interiori. C'è chi ha la fortuna di capirsi, essere capito e accettato; c'è invece chi non riesce ad accettare la propria situazione e, di conseguenza, non la vive con serenità all'esterno. Ma la serenità non la troverà con un'adozione. A questo mi oppongo e mi sono sempre opposto: all'egoismo.

Il centrodestra deve trovare il coraggio di affrontare il tema dell'omosessualità e parlarne con serenità, quel coraggio che forse le mancava prima ma che ha trovato oggi. Una necessità percepita anche da altri esponenti del mio partito, fra questi Massimo Mallegni che ha condiviso la sostanza del mio intervento a Matera, a conferma di un bisogno reale: far capire a chi non si riconosce nelle “battaglie” del centrosinistra che ci sono anche altri spazi di confronto; che su questo argomento nessuna forza politica ha l'esclusiva e che chi ne ha parlato finora, senza controparte e a quasi senso unico, non ha in tasca verità universali.

Alessandro Santini
Forza Italia - Viareggio

 
   Vota l'articolo
 
Punteggio medio: 5
Voti: 3


Per cortesia spendi un secondo per votare questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
 

   Opzioni
 
 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site