News ed Eventi
 
NO ALLA DEPORTAZIONE DEGLI ANIMALI DAI CIRCHI

Cittadinanza a Lucano, Giovanardi (Idea Popolo e Libertà):"Trovare un equilibrio

CI SONO NOVE ITALIANI TRUCIDATI DALL'ISIS DEI QUALI LO STATO SI E' GIA' DIMENTIC

Giovanardi: 'Così il Corriere della Sera dimentica la strage di Dacca'

Discoteche, quella legge che provò a regolamentare la jungla ma venne bocciata p

Anche Vittorio Sgarbi all’attacco sui chioschi

USTICA: GIOVANARDI (IDEA POPOLO E LIBERTA’), ITALIANI PAGANO PER UN MISSILE MAI

Sanita': Giovanardi', decapitato Css per la cannabis legale?

Mantrimonio gay in Ambasciata, la Farnesina nega ma un video la contraddice

«Stefano non ha chiesto di me per la droga». Parla per la prima volta l’ex marit

CASO MAGHERINI: CARABINIERI DEFINITIVAMENTE ASSOLTI

CASALINO: GIOVANARDI (IDEA POPOLO E LIBERTA'), RASSEGNI IMMEDIATE DIMISSIONI

Dl Sicurezza: GIOVANARDI: ripristinare arresto per atti osceni I cittadini sono

PREGHIERA PER L'IMPUTATO

DA

STEFANO CUCCHI - IL GIORNALE E IL FATTO QUOTIDIANO

GAZZETTA DI MODENA DEL 26 OTTOBRE 2018

CUCCHI, ECCHIMOSI POST PESTAGGIO? MA SPUNTA UN EDEMA ZIGOMATICO DI 15 GIORNI PRI

Sen. Giovanardi Carlo Amedeo: No a odiosa discriminazione, prevalga il buonsenso

CARO MIMMO,CHI STA CON GLI ULTIMI FINISCE NEI GUAI...

CUCCHI. GIOVANARDI: UNA STRADA PROVOCAZIONE POLITICA O IDEOLOGIA

LE MIE OPINIONI SUL CASO CUCCHI

Nozze gay in Ambasciata, firma anche tu perché sia fatta chiarezza e siano assun

Luca Ghelfi: 'Voto a Modena: Idea sarà sicuramente presente'

Mozione anti aborto, Giovanardi 'asfalta' Pd e Cirinnà

Matrimonio gay in ambasciata, Giovanardi (Idea-Popolo e Libertà):

BERLUSCONI C'ERA RIUSCITO GIA' NEL 2006

TORNARE ALLA LEVA OBBLIGATORIA E' IMPOSSIBILE

AL SENATO UN CONVEGNO PER ANALIZZARE LE TRACCE ROMANE E CRISTIANE NELLA COSTITUZ

A Rovigno 50 anni del Centro Ricerche Storiche: Giovanardi consegna onorificenza


Archivio news
 
 


Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

GiovanardiCarlo

Abbiamo il piacere d’informarvi che ieri martedì 31 ottobre 2017 in commissione giustizia al Senato, è stato approvato l’emendamento presentato dal Senatore Carlo Giovanardi che ha cancellato dal DL 2863 relativo a Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale già approvato dalla Camera, il punto relativo al nuovo articolo 518 sexies sull’illecita detenzione di beni culturali, che stabiliva che:

“fuori dei casi di ricettazione, chiunque detiene un bene culturale sapendo della sua provenienza illecita è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni con la multa sino ad Euro 20.000”.

Le recenti vicende relative ai sequestri ed a i conseguenti Procedimenti Penali a carico di detentori di documenti postali, che le sovraintendenze ritenevano essere di proprietà del demanio dello stato, fanno capire quanto pericolosa, terroristica ed arbitraria sarebbe stata questa ipotesi di delitto inserita nel codice penale, soprattutto dopo l’emanazione da parte della Direzione Generale Archivi della famosa nuova circolare che dovrebbe aver chiarito, la differenza tra possesso lecito ed illecito.

A seguito di questa apertura da parte del Governo il Senatore Carlo Giovanardi ha ritirato gli altri emendamenti presentati ad eccezione di due sui quali insisterà in aula perché vengano accolti, visto che comunque il provvedimento dovrà ritornare alla camera dopo la cancellazione dell’ articolo 518 sexies.

Il primo riguarda il “danneggiamento, deturpamento, imbrattamento e uso illecito di beni culturali o paesaggistici” nella parte che punisce con la reclusione sino a 2 anni questa fattispecie anche quando non vi sia dolo ma soltanto imprudenza o negligenza nella loro conservazione: per esempio un bambino che deturpa o strappa un libro antico, un’infiltrazione d’acqua o un incendio che rovina o distrugge un quadro sino alla ruggine che può aggredire una collezione di valore storico. In tutti questi casi al danno per il collezionista si aggiungerebbe anche la beffa del procedimento penale a suo carico.

Il secondo è relativo al sostegno all’emendamento del Senatore Caliendo che prevede giustamente che tutti i nuovi reati, non facciano riferimento soltanto al concetto di bene culturale senza darne una definizione, ma richiamino esplicitamente il codice dei beni culturali in vigore, che nelle varie fattispecie di beni culturali da tutelare circoscrive la tutela al particolare interesse storico, al notevole pregio etc, per non estendere la tutela e la relativa norma incriminatrice a decine di milioni di oggetti di scarso valore in possesso dei privati.

Una buona notizia anche se la strada da percorre per vedere i nostri diritti salvaguardati è ancora lunga ed un doverosa grazie al Senatore Carlo Giovanardi che con il Gruppo di Modena rappresenta la parte più attiva nella difesa i noi collezionisti.

Claudio Ernesto Manzati
Presidente CIFO



 
   Vota l'articolo
 
Punteggio medio: 4.92
Voti: 13


Per cortesia spendi un secondo per votare questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
 

   Opzioni
 
 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site