News ed Eventi
 
A Rovigno 50 anni del Centro Ricerche Storiche: Giovanardi consegna onorificenza

Esautorare senza alcuna istruttoria tre dirigenti di Rebibbia è logica forcaiola

Cannabis in vendita come ciliegie: chi applica la legge?

Canapa light a 2.50 euro al grammo: nuova frontiera della pubblicità

Negozio di prodotti a base di canapa a Modena: Giovanardi insorge

VITALIZI: GIOVANARDI A CASELLATI, NO ALL'OLIO DI RICINO ISTITUZIONALE

UNO SHOW FORZATO.SPETTA AGLI ELETTI DECIDERE SU SALVINI

STOP ALLE TRIVELLAZIONI IN EMILIA.PEGGIO DI M5S C'E' SOLO IL PD

'Stop alla ricerca sugli idrocarburi? E' la sconfitta della scienza'

STOP TRIVELLAZIONI A BUGIA E FANTOZZA:PD ESULTA,GIOVANARDI ATTACCA

'Cucchi, medici dovevano obbligarlo a mangiare: stop a mistificazioni'

FILM CUCCHI : GIOVANARDI ( IDEA POPOLO E LIBERTA' ) CARABINIERI SEMPRE COLPEVOLI

UNA VIGNETTA

IMMIGRAZIONE, CHE FINE HANNO FATTO LE VIRTÙ CARDINALI

Bologna-Genova : chi di spada ferisce ...

CROLLO DELLE ADOZIONI DI BAMBINI STRANIERI

Tragedia di Genova, prima dei proclami M5S accertare le cause

L'EGOISMO DELLE FAMIGLIE ARCOBALENO

Caso Trenord: no, così non va!

ERRATA CORRIGE

RAZZISMO. GIOVANARDI: SBAGLIATO PROPORRE L'ABROGAZIONE

Utero in affitto, parlino i cattolici Pd Richetti, Maletti e Boschini

USTICA. ASSOCIAZIONE VERITÀ: CONTE NE HA PARLATO CON TRUMP?

USTICA. ASSOCIAZIONE VERITÀ: CONTE NE HA PARLATO CON TRUMP?

NUOVI DIRITTI, I COMUNI DEL TRNTINO FRENANO

Padre diventa madre: Giovanardi,cambio sesso non retroattivo

PADRE DIVENTA MADRE

SE IL GOVERNO NEGOZIA I PRINCIPI NON NEGOZIABILI

IL GOVERNO IMPARI LA LEZIONE DAGLI USTASCIA

PROCESSO DE MARI:CAUSA RINVIATA-SI RIPARTE IL 14 SETTEMBRE


Archivio news
 
 


Associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

GiovanardiCarlo

Abbiamo il piacere d’informarvi che ieri martedì 31 ottobre 2017 in commissione giustizia al Senato, è stato approvato l’emendamento presentato dal Senatore Carlo Giovanardi che ha cancellato dal DL 2863 relativo a Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale già approvato dalla Camera, il punto relativo al nuovo articolo 518 sexies sull’illecita detenzione di beni culturali, che stabiliva che:

“fuori dei casi di ricettazione, chiunque detiene un bene culturale sapendo della sua provenienza illecita è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni con la multa sino ad Euro 20.000”.

Le recenti vicende relative ai sequestri ed a i conseguenti Procedimenti Penali a carico di detentori di documenti postali, che le sovraintendenze ritenevano essere di proprietà del demanio dello stato, fanno capire quanto pericolosa, terroristica ed arbitraria sarebbe stata questa ipotesi di delitto inserita nel codice penale, soprattutto dopo l’emanazione da parte della Direzione Generale Archivi della famosa nuova circolare che dovrebbe aver chiarito, la differenza tra possesso lecito ed illecito.

A seguito di questa apertura da parte del Governo il Senatore Carlo Giovanardi ha ritirato gli altri emendamenti presentati ad eccezione di due sui quali insisterà in aula perché vengano accolti, visto che comunque il provvedimento dovrà ritornare alla camera dopo la cancellazione dell’ articolo 518 sexies.

Il primo riguarda il “danneggiamento, deturpamento, imbrattamento e uso illecito di beni culturali o paesaggistici” nella parte che punisce con la reclusione sino a 2 anni questa fattispecie anche quando non vi sia dolo ma soltanto imprudenza o negligenza nella loro conservazione: per esempio un bambino che deturpa o strappa un libro antico, un’infiltrazione d’acqua o un incendio che rovina o distrugge un quadro sino alla ruggine che può aggredire una collezione di valore storico. In tutti questi casi al danno per il collezionista si aggiungerebbe anche la beffa del procedimento penale a suo carico.

Il secondo è relativo al sostegno all’emendamento del Senatore Caliendo che prevede giustamente che tutti i nuovi reati, non facciano riferimento soltanto al concetto di bene culturale senza darne una definizione, ma richiamino esplicitamente il codice dei beni culturali in vigore, che nelle varie fattispecie di beni culturali da tutelare circoscrive la tutela al particolare interesse storico, al notevole pregio etc, per non estendere la tutela e la relativa norma incriminatrice a decine di milioni di oggetti di scarso valore in possesso dei privati.

Una buona notizia anche se la strada da percorre per vedere i nostri diritti salvaguardati è ancora lunga ed un doverosa grazie al Senatore Carlo Giovanardi che con il Gruppo di Modena rappresenta la parte più attiva nella difesa i noi collezionisti.

Claudio Ernesto Manzati
Presidente CIFO



 
   Vota l'articolo
 
Punteggio medio: 4.92
Voti: 13


Per cortesia spendi un secondo per votare questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
 

   Opzioni
 
 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
 

 

Copyright © 2006 Carlo Giovanardi - Contattaci - Amministrazione

Powered by dicecca.net - Web Site